Manuale di Panasonic CU-TZ50WKE

Visualizza di seguito un manuale del Panasonic CU-TZ50WKE. Tutti i manuali su ManualsCat.com possono essere visualizzati gratuitamente. Tramite il pulsante "Seleziona una lingua", puoi scegliere la lingua in cui desideri visualizzare il manuale.

  • Marca: Panasonic
  • Prodotto: Climatizzatori
  • Modello/nome: CU-TZ50WKE
  • Tipo di file: PDF
  • Lingue disponibili: Turco, Greco, Croato, Olandese, Italiano, Portoghese, Bulgaro, Slovacco, Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo

Sommario

Pagina: 1
2
Un nuovo adattatore di rete integrato che consente di controllare
la pompa di calore dappertutto.
Guida Rapida
B
TIMER
OFF
TIMER
ON
FAN SPEED/
QUIET
B
A
Inserimento delle
batterie
1
2
3
1 Estrarre il coperchio
posteriore del
telecomando.
2 Inserire batterie AAA o
R03.
3 Chiudere il coperchio
A Impostazione
dell’orario
1 Premere CLOCK
e
impostare l’ora .
•Tenere premuto
CLOCK
per circa 5
secondi per impostare
l’indicazione oraria su
12 (am/pm) o 24 ore.
2 Confermare SET .
Flessibilità di
collegamento di un
condizionatore d’aria
con sistema Split singolo
o sistema Multi Split
in base alle proprie
necessità.
Per le caratteristiche complete
del prodotto, fare riferimento al
catalogo.
Usare il
telecomando
entro 8 metri
dal ricevitore
telecomando
dell’unità interna.
* Display telecomando
e funzioni potrebbero
variare a seconda del
modello.
ACXF55-27161.indb 2
ACXF55-27161.indb 2 12/2/2019 10:35:58 AM
12/2/2019 10:35:58 AM
Pagina: 2
3
Italiano
Indice
Precauzioni per la sicurezza……… 4-15
Modalità d’uso…………………… 16-17
Per saperne di più…………… 18-19
Istruzioni per il lavaggio……… 20
Soluzione dei problemi……21-23
Informazioni………………………… 24-25
Accessori
• Telecomando
• 2 batterie AAA o R03
• Supporto telecomando
• 2 viti per supporto
telecomando
Le illustrazioni contenute in questo
manuale sono riportate esclusivamente
a scopo esplicativo e potrebbero
differire dall’apparecchio vero e proprio.
I contenuti del presente manuale sono
soggetti a modifica senza preavviso
e verranno aggiornati in base alle
innovazioni future.
Grazie per aver acquistato un
climatizzatore Panasonic.
B Funzionamento di base
2 Selezionare la
modalità desiderata
per premere .
DRY
AUTO HEAT
COOL
1 Premere per
avviare/arrestare
l’apparecchio.
POWER
•Si prega di notare
l’indicazione di
spegnimento
sul display per
l’avvio dell’unità.
3 Selezionare la
temperatura desiderata.
Su
Giù
Gamma di selezione:
16,0 °C ~ 30,0 °C /
60 °F ~ 86 °F.
•Tenere premuto
per circa 10 secondi per
commutare l’indicazione
della temperatura in °C o °F.
ACXF55-27161.indb 3
ACXF55-27161.indb 3 12/2/2019 10:36:00 AM
12/2/2019 10:36:00 AM
Pagina: 3
4
Precauzioni per la sicurezza
Per evitare lesioni personali, lesioni ad altri o danni alla
proprietà, rispettare quanto segue:
In caso di uso scorretto dovuto alla mancata
osservanza delle istruzioni, si possono provocare
iincidenti o danni di varia natura, la cui gravità è indicata
dai seguenti simboli:
L’accesso a questi apparecchi non è destinato ad altre
persone.
AVVERTENZE
Questo simbolo
indica un
pericolo di morte
o lesioni gravi.
ATTENZIONE
Questo simbolo
indica un rischio
di lesioni o danni
materiali.
Le istruzioni sono classificate in varie tipologie,
contrassegnate dai seguenti simboli:
Questo simbolo indica un’azione
PROIBITA.
Questi simboli indicano azioni
OBBLIGATORIE.
AVVERTENZE
Unità interna e unità esterna
L’uso di questo apparecchio non è destinato
a bambini di 8 anni e oltre e persone con
capacità fisiche, sensoriali o mentali ridotte,
o mancanza di esperienza o competenza,
a meno che non siano supervisionate o
istruite sull’uso sicuro dell’apparecchio e
comprendano i rischi implicati.
I bambini non devono giocare con
l’apparecchio. La pulizia e la manutenzione
da parte dell’utente non devono essere
effettuate da bambini senza supervisione.
Per la pulizia delle parti interne, la riparazione,
l’installazione, la rimozione, lo smontaggio
e la reinstallazione dell’unità, consultare un
rivenditore autorizzato o uno specialista.
L’installazione e la manipolazione sbagliate
causeranno perdite, scosse o incendio.
Consultare un rivenditore autorizzato o
uno specialista per l’uso di qualunque
tipo di refrigerante specificato. L’uso di un
refrigerante diverso da quello specificato
potrebbe causare danni al prodotto, ustioni e
lesioni, ecc.
Non utilizzare mezzi per accelerare il
processo di sbrinamento o per la pulizia
diversi da quelli consigliati dal produttore.
Qualsiasi metodo inadatto o l’uso di materiale
non compatibile potrebbe causare danni al
prodotto, ustioni e lesioni gravi.
Non installare l’unità in un ambiente con
atmosfera potenzialmente esplosiva o
infiammabile.
La mancata esecuzione di ciò può causare un
incendio.
Non inserire dita o altri oggetti
nell’unità interna o esterna del
condizionatore d’aria, i componenti
rotanti possono provocare lesioni.
Non toccare l’unità esterna durante temporali
con fulmini, ciò potrebbe provocare una
scossa elettrica.
Unità interna
Unità esterna
Alimentazione
Controllo remoto
Ingresso
Ingresso
aria
aria
Ingresso
Ingresso
aria
aria
Presa d’aria
Presa d’aria
Presa
Presa
d’aria
d’aria
ACXF55-27161.indb 4
ACXF55-27161.indb 4 12/2/2019 10:36:00 AM
12/2/2019 10:36:00 AM
Pagina: 4
5
Italiano
Non esporsi direttamente all’aria fredda per
un periodo di tempo prolungato al fine di
evitare un raffreddamento eccessivo.
Non sedersi o camminare sull’unità, si
può cadere in modo accidentale.
Telecomando
Non permettere a bambini piccoli di giocare
con il telecomando, al fine di evitare che
ingeriscano accidentalmente le batterie.
Alimentazione
Per evitare surriscaldamento
e incendio, non utilizzare
un cavo modificato, un
connettore, una prolunga o un
cavo non specificato.
Per evitare surriscaldamento, incendio o
shock elettrico:
•Non condividere la presa di corrente con alri
apparecchi.
•Non utilizzare con mani bagnate.
•Non piegare eccessivamente il cavo di
alimentazione elettrica.
•Non mettere in funzione o arrestare
l’unità inserendo o tirando la spina di
alimentazione.
Se il cavo di alimentazione è stato
danneggiato, rivolgersi al produttore, ad
un centro di assistenza autorizzato o ad un
tecnico qualificato onde evitare rischi.
Per evitare scosse o incendio, si raccomanda
fortemente l’installazione di un salvavita
contro le perdite a terra (ELCB) o un
interruttore differenziale (RCD).
Per evitare surriscaldamento, incendio o
shock elettrico:
•Inserire correttamente la spina di
alimentazione.
•La polvere che si deposita sulla spina di
alimentazione deve essere periodicamente
rimossa con un panno asciutto.
Smettere di usare il prodotto quandosi verifica
un’anormalità/guasto escollegare la spina
dalla presa di corrente o portare l’interruttore
o il salvavita su OFF.
(Rischio di fumo/fiamme/scosse elettrice)
Esempi di anormalità/guasto
•L’interruttore differenziale (ELCB) scatta di
frequente.
•Si sente un odore di bruciato.
•Si nota un rumore o vibrazione anormale
dell’unità.
•L’unità interna perde acqua.
•Il cavo o spina di alimentazione si scaldano
in maniera anormale.
•Non è possibile controllare la velocità della
ventola.
•L’unità smette immediatamente di funzionare
quando la si accende.
•La ventola non si ferma neanche se si
interrompe il funzionamento.
Contattare immediatamente il rivenditore
locale per la manutenzione/riparazione.
Il presente apparecchio deve avere la messa
a terra per prevenire scosse o incendio.
Evitare scosse togliendo la corrente e
staccando la spina nei seguenti casi:
- Prima di pulire o eseguire la manutenzione,
- In caso di inutilizzo prolungato
dell’apparecchio, oppure
- Durante attività anomala delle spie luminose.
Precauzioni
per
la
sicurezza
ACXF55-27161.indb 5
ACXF55-27161.indb 5 12/2/2019 10:36:00 AM
12/2/2019 10:36:00 AM
Pagina: 5
6
Precauzioni per la sicurezza
ATTENZIONE
Unità interna e unità esterna
Non lavare l’unità interna con acqua, benzina,
diluenti o polveri detergenti aggressive al fine
di evitare danni o corrosione all’unità.
Non usare per la conservazione di
attrezzatura di precisione, cibo, animali,
piante, lavori d’arte e altri oggetti. Ciò può
provocare un deterioramento qualitativo, ecc.
Per evitare la propagazione di un incendio,
non utilizzare apparecchi combustibili davanti
alla presa d’aria.
Non esporre piante o animali direttamente al
flusso dell’aria per evitare lesioni, ecc.
Non toccare l’aletta in alluminio
affilata, parti affilate possono causare
delle lesioni.
Non accendere l’unità interna quando si
passa la cera sul pavimento. Dopo tale
operazione, aerare accuratamente la stanza
prima di mettere in funzione l’unità.
Non installare l’unità in aree con presenza di
olio e fumo per prevenire danni all’unità.
Non smontare l’unità per la pulizia al fine di
evitare lesioni.
Quando si pulisce l’unità, non salire su una
panca instabile per evitare lesioni.
Non posizionare un vaso o un contenitore
d’acqua sull’unità. L’acqua può entrare
nell’unità e ridurre l’isolamento. Ciò può
causare uno shock elettrico.
La mancata apertura finestre o porte
per un lungo periodo di tempo durante il
funzionamento potrebbe comportare un
consumo energetico elevato e fastidiose
variazioni di temperatura.
Evitare perdite d’acqua assicurandosi che il
tubo di scarico sia:
- Collegato correttamente,
- Mantenuto libero da canali di scolo e
contenitori, oppure
- Non immerso in acqua
Dopo un lungo periodo di uso o un utilizzo
con qualsiasi attrezzatura che funziona con
combustibile, areare regolarmente la stanza.
Quando l’apparecchio è stato utilizzato per un
lungo periodo, assicurarsi che la struttura di
sostegno installata non si sia deteriorata, in
modo da evitare la caduta dell’unità.
Telecomando
Non utilizzare batterie ricaricabili (Ni-Cd). Può
danneggiare il telecomando.
Per prevenire malfunzionamenti o danni del
telecomando:
•Se si prevede che l’apparecchio rimarrà
inutilizzata per un periodo di tempo
prolungato, rimuovere le batterie.
•Devono essere inserite nuove batterie
dello stesso tipo che rispettano la polarità
indicata.
Alimentazione
Non staccare la spina tirando il cavo al fine di
prevenire uno shock elettrico.
ACXF55-27161.indb 6
ACXF55-27161.indb 6 12/2/2019 10:36:00 AM
12/2/2019 10:36:00 AM
Pagina: 6
7
Italiano
AVVERTENZE
Questo apparecchio è riempito di R32
(refrigerante a bassa infiammabilità).
In caso di perdita di refrigerante e di
esposizione ad una fonte di combustione
esterna, vi è la possibilità di incendio.
Unità interna e unità esterna
L’apparecchio deve essere installato e/o
azionato in una stanza con superficie
superiore a Amin (m²) e tenuto lontano da
fonti di combustione, come calore/scintille/
fiamme libere o aree pericolose, ad esempio,
apparecchi a gas, cucina a gas, sistemi
reticolari di fornitura di gas, apparecchi di
raffreddamento elettrici, ecc.(consultare la
Tabella A delle Istruzioni per l’installazione per
Amin (m²)).
Si noti che il refrigerante potrebbe non
contenere odore. Si consiglia vivamente
di assicurarsi che dei rilevatori di gas
refrigerante infiammabile adeguati siano
presenti, funzionanti e in grado di avvisare in
caso di perdita.
Mantiene le bocchette di ventilazione
necessarie prive di ostacoli.
Non forare o bruciare, in quanto l’apparecchio
è pressurizzato. Non esporre l’apparecchio
a calore, fiamme, scintille o altre fonti di
combustione. In caso contrario, potrebbe
esplodere e causare lesioni o morte.
Precauzioni per l’uso del
refrigerante R32
Le procedure di installazione di base sono le stesse dei
modelli di refrigerante convenzionali (R410A, R22).
Poiché la pressione di esercizio è superiore
a quella dei modelli di refrigerante R22,
alcune delle tubazioni e degli strumenti di
installazione e manutenzione sono speciali.
In particolare, in caso di sostituzione di un
modello di refrigerante R22 con un nuovo
modello di refrigerante R32, sostituire
sempre le tubazioni e i dadi di svasatura
convenzionali con quelli appositi per i modelli
R32 e R410A sull’unità esterna.
Per i modelli R32 e R410A, è possibile
utilizzare gli stessi dadi di svasatura sull’unità
esterna e sui tubi.
È vietato mescolare diversi refrigeranti in un
sistema. I modelli che utilizzano refrigerante
R32 e R410A presentano un diametro diverso
del filetto della bocca di carica per evitare la
carica errata con refrigerante R22 e per motivi
di sicurezza.
Pertanto, controllare in anticipo. [Il diametro
del filetto della bocca di carica per modelli
R32 e R410A è di 1/2 pollice.]
Assicurarsi sempre di evitare la penetrazione
di corpi estranei (olio, acqua, ecc.) nelle
tubazioni. Inoltre, quando si conservano le
tubazioni, chiudere ermeticamente l’apertura
tramite pizzicatura, nastratura, ecc (il modello
R32 viene trattato come il modello R410A.)
•L’uso, la manutenzione, la riparazione e
il recupero di refrigerante devono essere
eseguiti da personale formato e qualificato
nell’uso di refrigeranti infiammabili e come
raccomandato dal produttore. Il personale
che effettua l’azionamento, l’assistenza e
la manutenzione in un sistema o in parti
associate dell’impianto deve essere formato
e qualificato.
Precauzioni
per
la
sicurezza
ACXF55-27161.indb 7
ACXF55-27161.indb 7 12/2/2019 10:36:00 AM
12/2/2019 10:36:00 AM
Pagina: 7
8
•Qualsiasi parte del circuito di refrigerazione
(evaporatori, refrigeratori d’aria, AHU,
condensatori o ricevitori di liquido) o le
tubazioni non devono trovarsi in prossimità
di fonti di calore, fiamme libere, apparecchi a
gas o riscaldatore elettrico in funzionamento.
•L’utente/il proprietario o il rappresentante
autorizzato devono periodicamente
controllare gli allarmi, la ventilazione
meccanica e i rilevatori almeno una volta
all’anno, ove previsto dalle normative
nazionali, per garantirne il corretto
funzionamento.
•È necessario mantenere un registro. I
risultati di questi controlli devono essere
inseriti nel registro.
•In caso di ventilazione in spazi occupati,
verificare che non vi siano ostacoli.
•Prima di mettere in servizio un nuovo
sistema di refrigerazione, il responsabile del
posizionamento del sistema deve garantire
che il personale formato e qualificato sia
istruito in base al manuale di istruzioni
relativo alla costruzione, alla supervisione,
al funzionamento e alla manutenzione del
sistema di refrigerazione, nonché alle misure
di sicurezza da osservare e alle proprietà e
alla manipolazione del refrigerante utilizzato.
•I requisiti generali del personale formato e
qualificato sono indicati di seguito:
a) Conoscenza di legislazione, normative
e standard relative ai refrigeranti
infiammabili; e,
b) Conoscenza dettagliata e capacità di
gestione di refrigeranti infiammabili,
dispositivi di protezione individuale,
prevenzione delle perdite di refrigerante,
movimentazione di bombole, carica,
rilevamento di perdite, recupero e
smaltimento; e,
c) Capacità di comprendere e porre in
pratica i requisiti previsti da legislazione,
normative e standard nazionali; e,
d) Continuare a sottoporsi a formazione
periodica per mantenere questo livello di
competenza.
e) I tubi del condizionatore d’aria nello
spazio occupato devono essere installati
in modo da proteggerli da danni
accidentali durante funzionamento e
manutenzione.
f) Prendere le dovute precauzioni per
evitare vibrazioni o pulsazioni eccessive
ai tubi di refrigerazione.
g) Assicurarsi che i dispositivi di protezione,
i tubi e gli accessori di refrigerazione
siano protetti adeguatamente da effetti
ambientali avversi (come il pericolo di
accumulo o congelamento dell’acqua nei
tubi di sicurezza o l’accumulo di sporco
e detriti).
h) L’espansione e la contrazione dei tubi
lunghi nei sistemi refrigeranti devono
essere ideate e realizzate in modo sicuro
(riguardo a montaggio e protezione) per
ridurre al minimo la probabilità che un
urto idraulico danneggi il sistema.
i) Proteggere il sistema di refrigerazione
da eventuali rotture accidentali causate
da mobili spostati o da attività di
restauro.
j) Per evitare perdite, i collegamenti dei
tubi refrigeranti fatti sul campo all’interno
devono essere testati per garantire
l’ermeticità. Il metodo di prova deve
avere una sensibilità di 5 grammi per
anno di refrigerante o ancora meglio
eseguito a una pressione di almeno 0,25
volte la pressione massima consentita
(>1,04 MPa, max 4,15 MPa). Non deve
essere rilevata alcuna perdita.
Precauzioni per la sicurezza
ACXF55-27161.indb 8
ACXF55-27161.indb 8 12/2/2019 10:36:00 AM
12/2/2019 10:36:00 AM
Pagina: 8
9
Italiano
1. Installazione (spazio)
•I prodotti con refrigeranti infiammabili
devono essere installati in base all’area
minima della stanza, Amin (m2
), come
indicato nella Tabella A delle Istruzioni di
installazione.
•In caso di carica sul sito, è necessario
quantificare, misurare ed etichettare l’effetto
sulla carica del refrigerante causato dalla
diversa lunghezza del tubo.
•Assicurarsi che l’installazione delle tubazioni
sia ridotta al minimo. Evitare di utilizzare
tubi ammaccati ed evitare di piegarli
eccessivamente.
•Assicurarsi che le tubazioni siano protette da
danni fisici.
•Devono essere conformi alle normative
nazionali sul gas e alle regole e leggi
comunali statali. Informare le autorità
competenti in conformità a tutte le normative
vigenti.
•Assicurarsi che i collegamenti meccanici
siano accessibili per la manutenzione.
•Se richiedono la ventilazione meccanica,
le bocchette di ventilazione devono essere
mantenute prive di ostacoli.
•Durante lo smaltimento del prodotto, non
seguire le precauzioni in #12 e conformarsi
alle normative nazionali.
Rivolgersi sempre agli uffici comunali locali
per la corretta manipolazione.
2. Assistenza
2-1. Personale addetto all’assistenza
•Il sistema viene ispezionato, periodicamente
sottoposto a supervisione e manutenzione
da parte di personale specializzato formato e
qualificato, che lavora per l’utente o la parte
responsabile.
•Assicurarsi che la carica effettiva del
refrigerante sia conforme alle dimensioni
della stanza in cui sono installate le parti
contenenti refrigerante.
•Assicurarsi che la carica di refrigerante non
presenti perdite.
•Il personale qualificato responsabile
dell’intervento in un circuito refrigerante deve
disporre di un certificato valido attuale fornito
dall’autorità competente accreditata, che
ne autorizza la competenza a manipolare in
modo sicuro i refrigeranti in conformità alle
specifiche del settore.
•La manutenzione deve essere eseguita
solo come raccomandato dal produttore
delle apparecchiature. La manutenzione e
la riparazione che richiedono l’assistenza
di professionisti qualificati deve essere
effettuata sotto il controllo del personale
competente per l’uso di refrigeranti
infiammabili.
•La manutenzione deve essere eseguita solo
come raccomandato dal produttore.
Precauzioni
per
la
sicurezza
ACXF55-27161.indb 9
ACXF55-27161.indb 9 12/2/2019 10:36:01 AM
12/2/2019 10:36:01 AM
Pagina: 9
10
Precauzioni per la sicurezza
2-2. Intervento
•Prima di iniziare l’intervento sui sistemi
contenenti refrigeranti infiammabili,
sono necessari controlli di sicurezza per
garantire di ridurre al minimo il rischio di
combustione. Per la riparazione del sistema
di refrigerazione, attenersi alle precauzioni
da #2-2 a #2-8 prima di effettuare interventi
sul sistema.
•L’intervento deve essere effettuato secondo
una procedura controllata in modo da
minimizzare il rischio dei gas infiammabili o
vapori presenti durante l’intervento.
•Tutto il personale addetto alla manutenzione
e gli altri che intervengono nell’area locale
devono essere istruiti e monitorati sulla
natura dell’intervento.
•Evitare di lavorare in spazi ristretti. Garantire
una distanza di sicurezza dalla fonte di
almeno 2 metri o lasciare uno spazio libero
di almeno 2 metri di raggio.
•Indossare attrezzature di protezione
adeguate, compresa la protezione delle vie
respiratorie, come condizioni di garanzia.
•Tenere lontane tutte le fonti di combustione
e le superfici metalliche calde.
2-3. Controllo della presenza di
refrigerante
•L’area deve essere controllata con un
rilevatore di refrigerante adeguato prima
e durante il lavoro, per assicurarsi che il
tecnico sia consapevole della presenza di
ambienti potenzialmente infiammabili.
•Assicurarsi che le apparecchiature di
rilevamento delle perdite in uso siano adatte
per l’uso con refrigeranti infiammabili, ovvero
senza scintille, adeguatamente sigillate o a
sicurezza intrinseca.
•In caso di perdite/fuoriuscite, ventilare
immediatamente l’area e situarsi controvento
e lontano da fuoriuscita/rilascio.
•In caso di perdite/fuoriuscite, avvisare le
persone che si trovano sottovento della
fuoriuscita/perdita, isolare immediatamente
l’area di pericolo e tenere fuori il personale
non autorizzato.
2-4. Presenza di estintori
•Se si deve effettuare un intervento a caldo
nelle apparecchiature di refrigerazione o in
qualsiasi parte associata, tenere a portata di
mano dispositivi antincendio.
•Tenere un estintore a polvere asciutta o con
CO2 nei pressi dell’area di carica.
2-5. Nessuna fonte di combustione
•Il personale che interviene in un sistema di
refrigerazione esponendo le tubazioni che
contengono o hanno contenuto refrigerante
infiammabile non deve utilizzare fonti di
combustione in modo che possa comportare
il rischio di incendio o esplosione. Il
personale non deve essere fumare durante
l’intervento.
•Tutte le possibili fonti di combustione,
comprese fumare, devono essere tenuti
sufficientemente lontane dal sito di
installazione, riparazione, rimozione e
smaltimento, durante il quale il refrigerante
infiammabile può essere rilasciato nello
spazio circostante.
•Prima dell’intervento, è necessario
controllare l’area intorno alle
apparecchiature per assicurarsi che non
vi siano pericoli infiammabili o rischi di
combustione.
•Devono essere apposti cartelli di “Vietato
fumare”.
2-6. Area ventilata
•Assicurarsi che l’area sia aperta o venga
adeguatamente ventilata prima di intervenire
nel sistema o effettuare qualsiasi intervento
a caldo.
•Fornire un grado di ventilazione continua
durante il periodo dell’intervento.
•La ventilazione deve disperdere in
modo sicuro il refrigerante rilasciato e
preferibilmente espellerlo all’esterno
nell’atmosfera.
ACXF55-27161.indb 10
ACXF55-27161.indb 10 12/2/2019 10:36:01 AM
12/2/2019 10:36:01 AM
Pagina: 10
11
Italiano
2-7. Controlli alle apparecchiature di
refrigerazione
•I componenti elettrici sostituiti devono essere
idonei allo scopo e alle specifiche corrette.
•Attenersi sempre alle linee guida di
manutenzione e assistenza del produttore.
•In caso di dubbi, rivolgersi al reparto tecnico
del produttore per assistenza.
•I seguenti controlli devono essere applicati
agli impianti che utilizzano refrigeranti
infiammabili.
-La carica effettiva del refrigerante deve
essere conforme alle dimensioni della
stanza in cui sono installate le parti
contenenti refrigerante.
-I macchinari e le prese di ventilazione
devono funzionare in modo adeguato e
non devono essere ostruite.
-Se viene utilizzato un circuito di
refrigerazione indiretta, il circuito
secondario deve essere controllato per
verificare la presenza di refrigerante.
-I contrassegni sull’apparecchiatura
devono essere sempre visibili e leggibili.
I contrassegni e i segni illeggibili devono
essere corretti.
-Il tubo di refrigerazione o i componenti
devono essere installati in una posizione
in cui è improbabile che possano essere
esposti a sostanze che potrebbero
corrodere i componenti contenenti
refrigerante, a meno che i componenti
non siano stati fabbricati con materiali
intrinsecamente resistenti alla corrosione
o siano adeguatamente protetti dalla
corrosione.
2-8. Controlli ai dispositivi elettrici
•La riparazione e la manutenzione di
componenti elettrici comprendono controlli
di sicurezza iniziali e procedure di ispezione
dei componenti.
•I controlli di sicurezza iniziali devono
comprendere, senza limiti:-
-Lo scaricamento dei condensatori: questa
operazione deve essere eseguita in modo
sicuro per evitare scintille.
-Non devono esservi componenti elettrici
sotto tensione e cablaggio esposto
durante la carica, il recupero o lo spurgo
del sistema.
-Vi deve essere una continuità di messa
a terra.
•Attenersi sempre alle linee guida di
manutenzione e assistenza del produttore.
•In caso di dubbi, rivolgersi al reparto tecnico
del produttore per assistenza.
•In presenza di un guasto che potrebbe
compromettere la sicurezza, l’alimentazione
elettrica non deve essere collegata al
circuito finché il guasto non viene riparato in
modo soddisfacente.
•Se il guasto non può essere riparato
immediatamente, ma è necessario
continuare l’operazione, adottare
un’adeguata soluzione temporanea.
•Il proprietario del materiale deve essere
informato o avvisato in modo che possa
avvisare tutti.
Precauzioni
per
la
sicurezza
ACXF55-27161.indb 11
ACXF55-27161.indb 11 12/2/2019 10:36:01 AM
12/2/2019 10:36:01 AM
Pagina: 11
12
Precauzioni per la sicurezza
3. Riparazioni ai componenti sigillati
•Durante le riparazioni ai componenti sigillate,
scollegare tutta l’alimentazione elettrica dalle
apparecchiature da sottoporre ad intervento
prima della rimozione delle coperture
sigillate, ecc.
•Se è assolutamente necessario disporre di
alimentazione elettrica sulle apparecchiature
durante la manutenzione, collocare un
rilevatore di perdite sempre attivo nel punto
più critico per avvertire di una situazione
potenzialmente pericolosa.
•Prestare particolare attenzione a quanto
segue per garantire che, intervenendo
sui componenti elettrici, l’alloggiamento
non viene alterato in modo tale da influire
negativamente sul livello di protezione.Ciò
include danni ai cavi, un numero eccessivo
di collegamenti, terminali non conformi alle
specifiche originali, danni alle guarnizioni,
un’installazione non corretta delle
guarnizioni, ecc.
•Assicurarsi che gli apparecchi siano montati
saldamente.
•Assicurarsi che le guarnizioni o i materiali
di tenuta non siano degradati in modo da
essere inutilizzabili per impedire l’ingresso di
atmosfere infiammabili.
•Le parti di ricambio devono essere conformi
alle specifiche del produttore.
NOTA: L’uso di sigillante siliconico
potrebbe inibire l’efficacia di alcuni tipi di
apparecchiature di rilevamento di perdite.
I componenti a sicurezza intrinseca non
devono essere isolati prima di intervenire su
di essi.
4. Riparazione di componenti a
sicurezza intrinseca
•Non applicare carichi induttivi o capacitivi
permanenti al circuito senza garantire che
non superino la tensione ammissibile e la
corrente consentita per le apparecchiature
in uso.
•I componenti a sicurezza intrinseca sono gli
unici su cui si può intervenire mentre sono
sotto tensione in presenza di un’atmosfera
infiammabile.
•Le apparecchiature di test devono disporre
di una portata nominale adeguata.
•Sostituire i componenti solo con i ricambi
specificati dal produttore. Le parti non
specificate dal produttore possono
provocare la combustione di refrigerante
nell’atmosfera a causa di una perdita.
5. Cablaggio
•Controllare che il cablaggio non sarà
soggetto ad usura, corrosione, pressione
eccessiva, vibrazioni, bordi taglienti o altri
effetti negativi sull’ambiente.
•Il controllo deve inoltre tener conto
degli effetti dell’invecchiamento o delle
vibrazioni continue provenienti da fonti quali
compressori o ventilatori.
6. Rilevamento di refrigeranti
infiammabili
•In nessun caso le potenziali fonti di
combustione devono essere utilizzate
per la ricerca o il rilevamento di perdite di
refrigerante.
•Non si deve utilizzare una torcia alogena
(o qualsiasi altro rivelatore che utilizza una
fiamma libera).
ACXF55-27161.indb 12
ACXF55-27161.indb 12 12/2/2019 10:36:01 AM
12/2/2019 10:36:01 AM
Pagina: 12
13
Italiano
7. I seguenti metodi di rilevamento
delle perdite sono ritenuti
accettabili per tutti i sistemi di
refrigerante
•Non devono essere rilevate perdite quando
si utilizza un’apparecchiatura di rilevamento
con una sensibilità di 5 grammi per anno di
refrigerante o ancora meglio a una pressione
di almeno 0,25 volte la pressione massima
consentita (>1,04 MPa, max 4,15 MPa), ad
esempio uno sniffer universale.
•I rilevatori elettronici di perdite possono
essere utilizzati per individuare i refrigeranti
infiammabili, ma la sensibilità potrebbe
non essere adeguata o potrebbe essere
necessaria una nuova calibrazione.
(Le apparecchiature di rilevamento
devono essere calibrate in un’area priva di
refrigerante.)
•Assicurarsi che il rivelatore non sia una fonte
potenziale di combustione e sia adatto per il
refrigerante utilizzato.
•Le apparecchiature di rilevamento di
perdite devono essere impostate ad una
percentuale di LFL del refrigerante e
calibrato in base al refrigerante impiegato
e la percentuale appropriata di gas (25%
massimo) deve essere verificata.
•I liquidi di rilevamento perdite sono anche
indicati per essere impiegati con la maggior
parte dei refrigeranti, ad esempio con il
test a microbolle e con agenti fluorescenti.
Si deve evitare l’uso di detergenti a base
di cloro in quanto il cloro potrebbe reagire
con il refrigerante e corrodere le tubazioni
di rame.
•Se si sospetta una fuga, tutte le fiamme
libere devono essere rimosse/spente.
•In caso di perdita di refrigerante che
richiede brasatura, tutto il refrigerante viene
recuperato dal sistema o isolato (tramite
valvole di isolamento) in una parte del
sistema lontana dalla perdita. Attenersi
alla precauzione in #8 per rimuovere il
refrigerante.
8. Rimozione ed evacuazione
•Quando si interviene sul circuito refrigerante
per effettuare le riparazioni (o per qualsiasi
altro scopo), si devono utilizzate procedure
convenzionali. Tuttavia, è importante
osservare le migliori prassi tenendo in
considerazione l’infiammabilità. Attenersi
alla seguente procedura: rimuovere
refrigerante -> spurgare il circuito con gas
inerte -> evacuare -> spurgare con gas
inerte -> interrompere il circuito tramite
intercettazione o brasatura.
•La carica di refrigerante deve essere
recuperata nelle bombole di recupero
corrette.
•Eseguire lo spurgo del sistema con OFN per
rendere sicura l’unità.
•Potrebbe essere necessario ripetere più
volte questa procedura.
•Non utilizzare aria compressa o ossigeno
per questa operazione.
•Lo spurgo si ottiene interrompendo il
vuoto nel sistema con OFN e continuando
a riempire fino al raggiungimento della
pressione di esercizio, quindi sfiatando
nell’atmosfera e infine tirando verso il vuoto.
•Questo processo deve essere ripetuto
finché non vi è più refrigerante all’interno del
sistema.
•Quando si utilizza la carica OFN finale,
il sistema deve essere sfiatato fino alla
pressione atmosferica per consentire
l’intervento.
•Questa operazione è assolutamente vitale
se si devono effettuare le operazioni di
brasatura sulle tubazioni.
•Assicurarsi che la presa della pompa
a vuoto non sia vicino a potenziali fonti
di combustione e che sia disponibile
ventilazione.
OFN = azoto esente da ossigeno, tipo di
gas inerte.
Precauzioni
per
la
sicurezza
ACXF55-27161.indb 13
ACXF55-27161.indb 13 12/2/2019 10:36:01 AM
12/2/2019 10:36:01 AM
Pagina: 13
14
Precauzioni per la sicurezza
9. Procedure di carica
•Oltre alle procedure di carica convenzionali,
attenersi ai seguenti requisiti.
-Assicurarsi che non si verifichi la
contaminazione di diversi refrigeranti
quando si utilizzano apparecchiature di
carica.
-I flessibili o i condotti devono essere più
corti possibili per ridurre al minimo la
quantità di refrigerante contenuta.
-Tenere i cilindri nella giusta posizione
secondo le istruzioni.
-Assicurarsi che il sistema di refrigerazione
sia collegato a terra prima di caricare il
sistema con refrigerante.
-Etichettare il sistema al termine della
carica (se non è già etichettato).
-Prestare estrema cautela a non
riempire eccessivamente il sistema di
refrigerazione.
•Prima di caricare il sistema, è necessario
testare la con pressione con OFN (fare
riferimento a #7).
•Devono essere testate eventuali perdite del
sistema al termine di ricarica, ma prima della
messa in servizio.
•Prima di uscire dal sito, è necessario
effettuare un ulteriore test di perdite.
•La carica elettrostatica potrebbe accumularsi
e creare condizioni pericolose quando si
carica e scarica il refrigerante. Per evitare
incendi ed esplosioni, dissipare l’elettricità
statica durante il trasferimento tramite la
messa a terra e il collegamento a massa
di contenitori e apparecchiature prima di
caricare/scaricare.
10. Messa fuori servizio
•Prima di effettuare questa procedura, è
essenziale che il tecnico abbia acquisito
piena familiarità con le apparecchiature e
tutti i suoi dettagli.
•Si raccomanda di adottare una buona
prassi per recuperare in modo sicuro tutti i
refrigeranti.
•Prima di effettuare l’operazione, prelevare
un campione di olio e refrigerante per
l’analisi prima del riutilizzo del refrigerante
recuperato.
•È essenziale che l’alimentazione elettrica sia
disponibile prima di iniziare operazione.
a) Acquisire familiarità con le
apparecchiature e il relativo
funzionamento.
b) Isolare elettricamente il sistema.
c) Prima di eseguire la procedura, verificare
quanto segue:
• le apparecchiature meccaniche di
movimentazione sono disponibili, ove
necessario, per la movimentazione di
bombole di refrigerante;
• tutte le attrezzature di protezione
individuale sono disponibili e devono
essere utilizzate in modo corretto;
• il processo di recupero è monitorato in
ogni momento da personale competente;
• le apparecchiature di recupero e le
bombole devono essere conformi agli
standard adeguati.
d) Ove possibile, pompare il sistema di
refrigerante.
e) Se il vuoto non è possibile, fare in modo
che un collettore rimuova il refrigerante
da varie parti del sistema.
f) Assicurarsi che la bombola si trovi sulle
bilance prima di effettuare il recupero.
g) Avviare la macchina di recupero e
azionarla in conformità alle istruzioni.
h) Non riempire eccessivamente le
bombole. (Non oltre l’80% del volume di
carica del liquido).
ACXF55-27161.indb 14
ACXF55-27161.indb 14 12/2/2019 10:36:01 AM
12/2/2019 10:36:01 AM
Pagina: 14
15
Italiano
i) Non superare la pressione massima
di esercizio delle bombole, seppure
temporaneamente.
j) Una volta riempite correttamente
le bombole e terminato il processo,
assicurarsi che le bombole e
le apparecchiature siano state
rimosse tempestivamente dal sito e
tutte le valvole di isolamento sulle
apparecchiature siano chiuse.
k) Il refrigerante recuperato non deve
essere caricato in un altro sistema di
refrigerazione a meno che non sia stato
pulito e controllato.
•La carica elettrostatica potrebbe accumularsi
e creare condizioni pericolose quando si
carica o scarica il refrigerante. Per evitare
incendi ed esplosioni, dissipare l’elettricità
statica durante il trasferimento tramite la
messa a terra e il collegamento a massa
di contenitori e apparecchiature prima di
caricare/scaricare.
11. Etichettatura
•Le apparecchiature devono essere
etichettate indicando la messa fuori servizio
e lo svuotamento di refrigerante.
•L’etichetta deve essere datata e firmata.
•Assicurarsi che sulle apparecchiature siano
presenti delle etichette che indichino la
presenza di refrigerante infiammabile.
12. Recupero
•Quando si rimuove il refrigerante da un
sistema, per la manutenzione o la messa
fuori servizio, si raccomanda di adottare una
buona prassi per rimuovere in modo sicuro
tutti i refrigeranti.
•Quando si trasferisce il refrigerante
in bombole, assicurarsi di utilizzare
esclusivamente bombole adeguate per il
recupero del refrigerante.
•Assicurarsi che sia disponibile il numero
corretto di bombole per la carica totale del
sistema.
•Tutte le bombole da utilizzare sono
designate per il refrigerante recuperato
ed etichettate per tale refrigerante (ovvero
bombole speciali per il recupero del
refrigerante).
•Le bombole devono essere dotate di valvola
di sicurezza e relative valvole di isolamento
in buone condizioni.
•Le bombole di recupero sono evacuate
e, ove possibile, raffreddate prima del
recupero.
•Le apparecchiature di recupero devono
essere in buone condizioni con una serie
di istruzioni relative alle apparecchiature a
portata di mano e devono essere adeguate
per il recupero dei refrigeranti infiammabili.
•Inoltre, una serie di bilance calibrate deve
essere disponibile e in buone condizioni.
•I flessibili devono essere dotati di attacchi
di scollegamento privi di perdite e in buone
condizioni.
•Prima di utilizzare la macchina di
recupero, verificare che sia in condizioni
di funzionamento soddisfacente, sia stata
effettuata una corretta manutenzione e tutti
i componenti elettrici associati siano sigillati
per evitare la combustione in caso di rilascio
di refrigerante.In caso di dubbi, consultare il
produttore.
•Il refrigerante recuperato deve essere
riportato al fornitore del refrigerante nella
bombola di recupero adeguata e con la
relativa Nota di trasferimento dei rifiuti
compilata.
•Non mischiare i refrigeranti in unità di
recupero e, soprattutto, non in bombole.
•Se si devono rimuovere compressori o
olio per compressori, assicurarsi che siano
stati evacuati ad un livello accettabile per
garantire che il refrigerante infiammabile non
rimanga all’interno del lubrificante.
•Il processo di evacuazione deve essere
effettuato prima di riportare il compressore
ai fornitori.
•Adottare esclusivamente il riscaldamento
elettrico sul corpo del compressore per
accelerare questo processo.
•Quando si scarica l’olio da un sistema,
l’operazione deve essere eseguita in modo
sicuro.
Precauzioni
per
la
sicurezza
ACXF55-27161.indb 15
ACXF55-27161.indb 15 12/2/2019 10:36:01 AM
12/2/2019 10:36:01 AM
Pagina: 15
16
Modalità d’uso
Indicatore
To adjust airflow direction
Regolazione della direzione del flusso dell’aria
AIR SWING
Direzione superiore
Direzione laterale
(CS-TZ60/71WKEW)
•Non regolare manualmente le alette.
POWER
TIMER
To adjust airflow direction
Regolazione della direzione del flusso dell’aria
AIR SWING Direzione superiore
(CS-TZ20/25/35/42/50WKEW,
CS-RZ20/25/35/50WKEW, CS-MTZ16WKE)
Direzione superiore:
•Non regolare manualmente le alette.
Direzione
laterale
Direzione laterale:
•Per direzione laterale, è
regolabile manualmente
come mostrato.
•La funzione si arresta automaticamente dopo 20
minuti.
Per raggiungere rapidamente la temperatura
impostata
POWERFUL
Per regolare le condizioni FAN SPEED e QUIET
FAN SPEED/
VELOCITÀ VENTOLA:
•Per la modalità AUTO, la velocità della ventola
interna viene regolata automaticamente in base alla
modalità operativa.
SILENZIOSO:
•Questa operazione riduce il rumore del flusso d’aria
dell’unità.
AUTO
FAN QUIET
CS-TZ60/71WKEW
TIMER
OFF
TIMER
ON
FAN SPEED/
QUIET
Da non
utilizzare in
operazioni
normali. Premere per
ripristinare
l’impostazione
predefinita del
telecomando.
CS-TZ20/25/35/42/50WKEW
CS-RZ20/25/35/50WKEW
CS-MTZ16WKE
Premere per
ATTIVARE/
DISATTIVARE
le funzionalità
della LAN
wireless.
TIMER
FAN SPEED/
QUIET
ACXF55-27161.indb 16
ACXF55-27161.indb 16 12/2/2019 10:36:01 AM
12/2/2019 10:36:01 AM
Pagina: 16
17
Italiano
Per dettagli, vedere “Per saperne di più...”.
Nota
SLEEP
,
POWERFUL POWERFUL
,
FAN SPEED/
•Può essere selezionato
contemporaneamente.
•Può essere attivato in tutte le modalità.
•Può essere annullata premendo
nuovamente il tasto corrispondente.
•POWERFUL, QUIET e FAN SPEED non
essere selezionati contemporaneamente.
Per ottimizzare la sensazione di riposo notturno ristoratore
•Questa operazione garantisce un ambiente confortevole durante il riposo notturno. Regola
automaticamente la temperatura di riposo notturno durante il periodo di attivazione.
•L’indicatore dell’unità interna si oscura quando questa funzione è attivata. Non è applicabile
se la luminosità dell’indicatore si è oscurata.
•Questa operazione è integrata con il timer di attivazione (0,5, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 o 9 ore).
•Questa operazione può essere impostata insieme al timer. Quando viene usata assieme al
timer di spegnimento, la funzione di riposo notturno ha la priorità.
•Può essere annullata premendo nuovamente il tasto corrispondente finché non raggiunge
0.0h.
SLEEP
•Per l’impostazione del funzionamento del modulo LAN wireless, fare
riferimento al Manuale di istruzioni di installazione.
App Installation
Connessione alla rete
Modalità
d’uso
Impostazione timer
•Per annullare il timer ON o OFF, premere
TIMER
ON o TIMER
OFF per selezionare i rispettivi o
quindi premere CANCEL
.
•Se il timer è annullato manualmente o
a causa di un’interruzione di corrente,
è possibile ripristinarlo nuovamente
premendo TIMER
ON o TIMER
OFF per selezionar i
rispettivi o quindi premere SET
.
•L’impostazione del timer più prossimo sarà
visualizzata e attivata in sequenza.
•Il funzionamento del timer si basa
sull’orario impostato sul telecomando
e si ripete quotidianamente una volta
impostato. Per l’impostazione dell’orario,
fare riferimento alla guida rapida.
2 apparecchi per il timer ON e OFF sono disponibili per l’ACCENSIONE o lo SPEGNIMENTO
dell’unità a un orario diverso predefinito.
TIMER
OFF
TIMER
ON
3
1 2
Selezionare l’accensione
(ON) o lo spegnimento
(OFF) del timer
Esempio:
OFF alle 22:00
•Ogni volta che viene
premuto:
TIMER
OFF
Impostazione timer
Confermare
2
SET
1
2
3
(esci
dall’impostazione)
ACXF55-27161.indb 17
ACXF55-27161.indb 17 12/2/2019 10:36:02 AM
12/2/2019 10:36:02 AM
Pagina: 17
18
Per saperne di più...
Impostazione della temperatura in risparmio energetico
L’utilizzo dell’unità entro la gamma di temperatura consigliata può far risparmiare energia.
CALDO : 20,0 °C ~ 24,0 °C / 68 °F ~ 75 °F.
FREDDO : 26,0 °C ~ 28,0 °C / 79 °F ~ 82 °F.
Direzione flusso d’aria
In modalità FREDDO/SECCO:
Se è impostata l’opzione AUTO, l’aletta per lo spostamento dell’aria si muoverà a destra/
sinistra o si alzerà/abbasserà automaticamente (a seconda dell’applicabilità della funzione).
In modalità CALDO:
Se è impostata l’opzione AUTO, l’aletta orizzontale per lo spostamento dell’aria si porta a
una posizione predeterminata. L’aletta verticale (a seconda dell’applicabilità della funzione)
si sposta a sinistra/destra dopo che la temperatura aumenta.
Controllo avvio automatico
Se si ripristina l’alimentazione dopo un’interruzione di corrente, il funzionamento si riavvia
automaticamente dopo un periodo di tempo con la modalità di funzionamento e la direzione
del flusso d’aria precedente.
•Questo controllo non è applicabile quando si imposta TIMER.
Singola Sistema Split singola
Multipla Sistema Multi Split
Modo di funzionamento
•È possibile utilizzare le unità interne singolarmente o in contemporanea. La priorità di
funzionamento viene data alla prima unità che viene accesa.
•Durante il funzionamento, non è possibile attivare contemporaneamente le modalità CALDO
e FREDDO nelle varie unità interne.
•L’indicatore di alimentazione lampeggia per indicare che l’unità interna è in stand-by per la
modalità operativa differente.
AUTO : Durante il funzionamento, all’inizio l’indicatore POWER lampeggia.
Singola •L’unità seleziona la modalità operativa ogni 10 minuti sulla base dell’impostazione
della temperatura e della temperatura ambiente.
Multipla •L’unità seleziona la modalità operativa ogni 3 ore sulla base dell’impostazione della
temperatura, della temperatura esterna e della temperatura ambiente.
CALDO : L’indicatore POWER lampeggia nella fase iniziale di questa operazione. Il
riscaldamento dell’unità richiede del tempo.
•Nei sistemi in cui la modalità CALDO è stata bloccata, se viene selezionata una
modalità operativa diversa da CALDO, l’unità interna si arresta e l’indicatore
POWER lampeggia.
FREDDO : Offre un comodo ed efficiente raffreddamento in base alle proprie necessità.
SECCO : La ventola dell’unità opera a bassa velocità, al fine di eseguire l’operazione di
raffreddamento in maniera molto delicata.
ACXF55-27161.indb 18
ACXF55-27161.indb 18 12/2/2019 10:36:03 AM
12/2/2019 10:36:03 AM
Pagina: 18
19
Italiano
Condizioni operative
Questo condizionatore può essere utilizzato con temperature rientranti nel seguente intervallo.
Temperatura °C (°F)
Interna
Unità esterna
Split singola *1
Unità esterna
Split multipla *2
DBT WBT DBT WBT DBT WBT
FREDDO
Max. 32 (89,6) 23 (73,4) 43 (109,4) 26 (78,8) 46 (114,8) 26 (78,8)
Min. 16 (60,8) 11 (51,8) -10 (14,0) - -10 (14,0) -
CALDO
Max. 30 (86,0) - 24 (75,2) 18 (64,4) 24 (75,2) 18 (64,4)
Min. 16 (60,8) - -15 (5,0) -16 (3,2) -15 (5,0) -16 (3,2)
Temperatura °C (°F)
Unità esterna
Split multipla *3
DBT WBT
FREDDO
Max. 43 (109,4) 26 (78,8)
Min. 16 (60,8) 11 (51,8)
CALDO
Max. 24 (75,2) 18 (64,4)
Min. -10 (14,0) -11 (12,2)
DBT: Temperatura con bulbo secco, WBT: Temperatura con bulbo bagnato
*1 CU-TZ20WKE, CU-TZ25WKE, CU-TZ35WKE, CU-TZ42WKE, CU-TZ50WKE, CU-TZ60WKE, CU-TZ71WKE,
CU-RZ20WKE, CU-RZ25WKE, CU-RZ35WKE, CU-RZ50WKE
*2 CU-2Z35TBE, CU-2Z41TBE, CU-2Z50TBE, CU-3Z52TBE, CU-3Z68TBE, CU-4Z68TBE, CU-4Z80TBE, CU-5Z90TBE
*3 CU-2TZ41TBE, CU-2TZ50TBE, CU-3TZ52TBE
Per
saperne
di
più...
ACXF55-27161.indb 19
ACXF55-27161.indb 19 12/2/2019 10:36:03 AM
12/2/2019 10:36:03 AM
Pagina: 19
20
Istruzioni per il lavaggio
Per assicurare una performance ottimale dell’unità,
la pulizia deve essere eseguita a intervalli regolari.
Una unità sporca può causare malfunzionamento e
può essere visualizzato il codice di errore “H 99”.
Rivolgersi a un rivenditore autorizzato.
•Spegnere l’apparecchio e staccare la spina prima di
pulirlo.
•Non toccare l’aletta in alluminio, le parti affiliate
potrebbero causare lesioni.
•Non lavare l’apparecchio con benzina, solventi o polveri
abrasive.
•Impiegare esclusivamente saponi o detergenti neutri
per la casa ( pH 7).
•Non usare acqua ad una temperatura superiore a
40 °C / 104 °F.
Unità interna
(La struttura dell’unità potrebbe variare in
base al modello)
AUTO
OFF/ON
Aletta in alluminio
Pannello anteriore
Filtro dell’aria
Filtro di purificazione dell’aria
(CS-TZ20/25/35/42/50WKEW,
CS-RZ20/25/35/50WKEW,
CS-MTZ16WKE)
Unità interna
Asciugare l’apparecchio con un
panno morbido e asciutto.
Convettori e ventole devono essere
puliti periodicamente dal rivenditore
autorizzato.
Unità esterna
Eliminare i residui intorno all’unità.
Eliminare qualsiasi intasamento dal
tubo di scarico.
Filtro di purificazione dell’aria
Filtro di purificazione dell’aria
(Il luogo di installazione
potrebbe variare in base ai
modelli.)
•Non lavare il filtro di purificazione dell’aria.
•Sostituire i filtri danneggiati.
CS-TZ20/25/35/42/50/60/71WKEW, MTZ16WKE
- Parte N.: CZ-SA31P (sostituire ogni 2 anni).
CS-RZ20/25/35/50WKEW
- Parte N.: CZ-SA32P (sostituire ogni 10 anni).
Filtro di purificazione dell’aria
(CS-TZ60/71WKEW)
Filtro dell’aria
Una volta ogni 2 settimane
•Lavare/risciacquare delicatamente
i filtri con acqua al fine di evitare
danni alla loro superficie.
•Asciugare accuratamente i filtri all’ombra, lontano
da fiamme o dalla luce diretta del sole.
•Sostituire i filtri danneggiati.
Togliere il filtro dell’aria Fissare il filtro dell’aria
Inserire nell’unità
Pannello anteriore
Lavare delicatamente ed asciugare.
Come rimuovere il pannello anteriore
1 Sollevare oltre il
livello orizzontale.
2 Tirare verso l’alto.
Orizzontale
Chiuderlo saldamente
AUTO
OFF/ON
1 Mantenere in
orizzontale.
2 Inserire e spingere all’interno.
3 Chiuderlo.
4 Premere sulle estremità e il centro del
pannello anteriore.
ACXF55-27161.indb 20
ACXF55-27161.indb 20 12/2/2019 10:36:03 AM
12/2/2019 10:36:03 AM
Pagina: 20
21
Italiano
Soluzione dei problemi
Le condizioni seguenti indicano un guasto.
Condizione Causa
L’indicatore POWER lampeggia prima che si
accenda l’unità.
• Si tratta di un passo preliminare in vista del funzionamento
quando si imposta il timer di accensione. Quando si
imposta il Timer ON (accensione), l’unità potrebbe iniziare
a funzionare prima dell’orario impostato (fino a 35 minuti
prima), al fine di raggiungere in tempo la temperatura
desiderata.
La spia POWER lampeggia durante la modalità CALDO
mentre l’aria fornita non è più calda (e l’aletta è chiusa).
• L’unità è in modalità di sbrinamento (e l’ALETTA DELL’ARIA
è impostata su AUTO).
L’indicatore POWER lampeggia e si arresta
quando funziona in modalità FREDDO/SECCO.
• Il sistema si è bloccato per funzionare solo in modalità
CALDO.
L’indicatore TIMER rimane sempre acceso. • L’impostazione Timer si ripete quotidianamente una volta impostata.
L’operazione è ritardata di qualche minuto dopo il riavvio. • Il ritardo è una protezione del compressore dell’apparecchio.
Capacità di raffreddamento/riscaldamento ridotta
durante l’impostazione della velocità minima della
ventola.
• La velocità bassa della ventola consente il funzionamento
con priorità di rumore ridotto, pertanto la capacità di
raffreddamento/riscaldamento potrebbe ridursi (in base
alle condizioni). Aumentare la velocità della ventola per
incrementare la capacità.
La ventola interna si arresta di tanto in tanto
quando si imposta la modalità riscaldamento.
• Funzionalità studiata per evitare un effetto di raffreddamento
non intenzionale.
La ventola interna si arresta di tanto in tanto
quando si imposta la modalità di regolazione
automatica della velocità della ventola.
• Ciò consente di eliminare gli odori circostanti.
Il flusso continua anche dopo l’interruzione del
funzionamento.
• Eliminazione del calore restante dall’unità interna (massimo
30 secondi).
L’ambiente ha un odore particolare. • Può essere dovuto a un odore di umido proveniente dai muri, ai
tappeti, dai mobili o dagli indumenti presenti nella stanza.
Rumori di urti durante il funzionamento. • I cambiamenti di temperatura causano l’espansione/
contrazione dell’unità.
Rumore di acqua durante il funzionamento. • Flusso del refrigerante all’interno dell’unità.
Sembra che dall’unità interna fuoriesca della nebbia. • Effetto di condensa dovuto al processo di raffreddamento.
Dall’unità esterna fuoriesce acqua/vapore. • Condensa o evaporazione nei condotti.
Scolorimento di alcune parti in plastica. • Lo scolorimento è soggetto a tipi di materiali utilizzati nelle
parti in plastica e aumenta se esposto a calore, luce solare,
luce UVA o fattori ambientali.
Il LED della LAN wireless rimane acceso mentre
lunità è spenta.
• È attivato il collegamento della LAN dell’unità con il router.
Eseguire i controlli seguenti prima di rivolgersi all’assistenza.
Condizione Controllare
La modalità CALDO/FREDDO non funziona in
maniera efficiente.
• Impostare la temperatura corretta.
• Chiudere tutte le porte e finestre.
• Pulire o sostituire i filtri.
• Eliminare le eventuali ostruzioni alle bocchette di ingresso
ed uscita dell’aria.
Rumore durante il funzionamento. • Verificare che l’unità sia stata installata in maniera inclinata.
• Chiudere correttamente il pannello anteriore.
Il telecomando non funziona. (Il display è oscurato
oppure il segnale di trasmissione è debole.)
• Inserire le batterie in maniera corretta.
• Sostituire le batterie quasi scariche.
L’apparecchio non funziona. • Verificare se è si è attivato l’interruttore di circuito.
• Verificare se sono stati impostati i timer.
L’unità non riceve il segnale dal telecomando. • Assicurarsi che il ricevitore non sia ostruito.
• Alcune luci fluorescenti potrebbero interferire con il
trasmettitore di segnale. Consultare un rinvenitore
autorizzato.
Istruzioni
per
il
lavaggio
/
Soluzione
dei
problemi
ACXF55-27161.indb 21
ACXF55-27161.indb 21 12/2/2019 10:36:05 AM
12/2/2019 10:36:05 AM
Pagina: 21
22
Soluzione dei problemi
Quando…
■ Il telecomando non è presente o si verifica un’anomalia
AUTO
OFF/ON
(La struttura
dell’unità potrebbe
variare in base al
modello)
1.Sollevare il pannello anteriore.
2.Premere il tasto una volta per usare la modalità AUTO.
3.Premere e tenere premuto il tasto fino a quando non si sente 1 bip, quindi
rilasciare, per usare la modalità FREDDO forzato.
4.Ripetere il punto 3. Premere e tenere premuto il tasto fino a quando non
si sentono 2 bip, quindi rilasciare per usare la modalità CALDO forzato.
5.Premere nuovamente il tasto per spegnere.
■ Gli indicatori sono troppo luminosi
•Per oscurare o ripristinare la luminosità dell’indicatore dell’unità, tenere premuto per 5
secondi.
■ Ispezione stagionale dopo un periodo di inattività prolungato
•Controllare le batterie del telecomando.
•Controllare se sono presenti ostruzioni intorno alle bocchette di ingresso ed uscita dell’aria.
•Usare il tasto OFF/ON automatico per selezionare il funzionamento FREDDO/CALDO.
Dopo 15 minuti dal funzionamento, è normale avere la seguente differenza di temperatura
tra le bocchette di entrata e di uscita dell’aria:
FREDDO: ≥ 8 °C / 14,4 °F CALDO: ≥ 14 °C / 25,2 °F
■ Le unità rimarranno inutilizzate per un periodo di tempo prolungato
•Attivare la modalità CALDO per 2-3 ore per rimuovere completamente l’umidità rimasta
nelle parti interne, in modo da evitare la formazione di muffa.
•Spegnere l’apparecchio e scollegare il cavo di alimentazione.
•Togliere le batterie dal telecomando.
FUNZIONAMENTO ANOMALO
TOGLIERE LA CORRENTE E STACCARE LA SPINA, quindi consultare un rivenditore
autorizzato in base alle seguenti condizioni:
•Durante il funzionamento si sentono rumori anomali.
•Penetrazione di acqua o di corpi estranei nel telecomando.
•L’unità interna perde acqua.
•L’interruttore salvavita scatta frequentemente.
•Il cavo di alimentazione su surriscalda in modo anomalo.
•Funzionamento anomalo di interruttori o pulsanti.
ACXF55-27161.indb 22
ACXF55-27161.indb 22 12/2/2019 10:36:05 AM
12/2/2019 10:36:05 AM
Pagina: 22
23
Italiano
Come recuperare i codici di errore
Se l’unità si arresta e l’indicatore TIMER lampeggia, utilizzare il telecomando per recuperare il codice di
errore.
• Per alcuni errori è possibile riavviare l’unità con una operazione limitata se vi sono 4 bip durante l’avvio.
* Alcuni codici di errore potrebbero non essere applicabili al modello. Consultare un rivenditore
autorizzato per chiarimenti.
Display di
diagnosi
Anomalia/controllo protezione
H 00 Nessuna memoria di guasto
H 11 Comunicazione anomala interna/esterna
H 12 Mancata corrispondenza capacità unità interna
H 14 Anomalia del sensore della temperatura
dell’aria di aspirazione interna
H 15 Anomalia del sensore della temperatura di
compressore esterna
H 16 Anomalia del trasformatore di corrente (CT)
esterno
H 17 Anomalia del sensore della temperatura di
aspirazione esterna
H 19 Blocco del meccanismo motore del ventilatore
interno
H 21 Anomalia dell’interruttore a galleggiante interno
H 23 Anomalia del sensore della temperatura dello
scambiatore di calore 1 interna
H 24 Anomalia del sensore della temperatura dello
scambiatore di calore 2 interna
H 25 Anomalia del dispositivo a ioni interno
H 26 Anomalia ioni negativi
H 27 Anomalia del sensore della temperatura
dell’aria esterna
H 28 Anomalia del sensore della temperatura dello
scambiatore di calore 1 esterna
H 30 Anomalia del sensore della temperatura del
tubo di scarico esterna
H 31 Sensore piscina anomalo
H 32 Anomalia del sensore della temperatura dello
scambiatore di calore 2 esterna
H 33 Anomalia per collegamento errato unità interna/
esterna
H 34 Anomalia del sensore della temperatura del
dissipatore esterna
H 35 Anomalia della corrente avversa acqua interna/
esterna
H 36 Anomalia del sensore della temperatura del
tubo gas esterna
H 37 Anomalia del sensore della temperatura del
tubo dei liquidi esterna
H 38 Mancata corrispondenza interna/esterna
(codice della marca)
H 39 Anomalia dell’unità di funzionamento o delle
unità in standby interne
Display di
diagnosi
Anomalia/controllo protezione
H 41 Anomalia del collegamento del cablaggio o
delle tubazioni
H 50 Motore ventola del ventilatore bloccato
H 51 Motore ventola del ventilatore bloccato
H 52 Anomalia di fissaggio finecorsa sinistra/destra
H 58 Anomalia sensore gas interno
H 59 Anomalia del sensore eco
H 64 Anomalia del sensore dell’alta pressione
esterno
H 67 Anomalia nanoe
H 70 Anomalia del sensore di luce
H 71 Anomalia ventola di raffreddamento CC
all’interno del pannello di controllo
H 72 Anomalia sonda di temperatura bollitore
H 85 Comunicazione anomala tra l’interno e il
modulo LAN wireless
H 97 Blocco del meccanismo motore del ventilatore
esterno
H 98 Protezione alta pressione interna
H 99 Protezione anticongelamento dell’unità di
funzionamento interna
F 11 Anomalia di commutazione della valvola a 4 vie
F 16 Protezione corrente totale assorbita
F 17 Anomalia di raffreddamento delle unità interne
in standby
F 18 Anomalia circuito secco bloccato
F 87 Protezione da surriscaldamento della centralina
di comando
F 90 Protezione del circuito di correzione del fattore
di potenza (PFC)
F 91 Anomalia nel ciclo di refrigerazione
F 93 Rotazione anomala del compressore esterno
F 94 Protezione di eccesso della pressione di
scarico del compressore
F 95 Protezione alta pressione di raffreddamento
esterna
F 96 Protezione surriscaldamento modulo del
transistor di potenza
F 97 Protezione surriscaldamento del compressore
F 98 Protezione corrente totale assorbita
F 99 Rilevamento picco di corrente continua (CC)
esterno
Premere per 5
secondi
Premere per 5
secondi per uscire
dal controllo
1
3
Premere finché non viene
emesso il segnale acustico (bip),
quindi annotare il codice di errore
Spegnere l’unità e mostrare il
codice di errore al rivenditore
autorizzato
2
4
TIMER
OFF
TIMER
ON
Soluzione
dei
problemi
ACXF55-27161.indb 23
ACXF55-27161.indb 23 12/2/2019 10:36:05 AM
12/2/2019 10:36:05 AM
Pagina: 23
24
Informazioni
Informazioni per gli utenti sulla raccolta e l’eliminazione di vecchie apparecchiature
e batterie usate
Il prodotto è contrassegnato con questo simbolo. Questo simbolo indica che i
prodotti elettrici ed elettronici non devono essere smaltiti con i rifiuti domestici
indifferenziati. Non tentare di smontare il sistema da soli: lo smontaggio del
prodotto e di altre parti deve essere effettuato da un installatore qualificato in
conformità alla legislazione locale e nazionale pertinente.
Il prodotto e i rifiuti devono essere smaltiti presso un impianto di trattamento
specializzato per il riutilizzo, il riciclaggio e il recupero.
Questi simboli sui prodotti, sull’imballaggio, e/o sulle documentazioni o manuali
accompagnanti i prodotti indicano che i prodotti elettrici, elettronici e le batterie
usate non devono essere buttati nei rifiuti domestici generici.
Per un adeguato trattamento, recupero e riciclaggio di vecchi prodotti e batterie
usate, vi preghiamo di portarli negli appositi punti di raccolta, secondo la
legislazione vigente nel vostro Paese.
Smaltendo correttamente questi prodotti e le batterie, contribuirete a salvare
importanti risorse e ad evitare i potenziali effetti negative sulla salute umana e
sull’ambiente che altrimenti potrebbero verificarsi in seguito ad un trattamento
inappropriato dei rifiuti.
Per ulteriori informazioni sulla raccolta e sul riciclaggio di vecchi prodotti e
batterie, vi preghiamo di contattare il vostro comune, i vostri operatori per lo
smaltimento dei rifiuti o il punto vendita dove avete acquistato gli articoli.
Sono previste e potrebbero essere applicate sanzioni qualora questi rifiuti non
siano stati smaltiti in modo corretto ed in accordo con la legislazione nazionale.
Pb
Per utenti commerciali nell’Unione Europea
Se desiderate eliminare apparecchiature elettriche ed elettroniche, vi preghiamo
di contattare il vostro commerciante od il fornitore per maggiori informazioni.
[Informazioni sullo smaltimento rifiuti in altri Paesi fuori dall’Unione
Europea]
Questi simboli sono validi solo all’interno dell’Unione Europea. Se desiderate
smaltire questi articoli, vi preghiamo di contattare le autorità locali od il rivenditore
ed informarvi sulle modalità per un corretto smaltimento.
Nota per il simbolo delle batterie (esempio con simbolo chimico riportato
sotto il simbolo principale):
Questo simbolo può essere usato in combinazione con un simbolo chimico. In
questo caso è conforme ai requisiti indicate dalla Direttiva per il prodotto chimico
in questione.
ACXF55-27161.indb 24
ACXF55-27161.indb 24 12/2/2019 10:36:05 AM
12/2/2019 10:36:05 AM
Pagina: 24
25
Italiano
Informazioni
AVVERTENZE
Questo simbolo indica che
l’apparecchio utilizza un
refrigerante infiammabile. In
caso di perdita di refrigerante,
insieme con una fonte di
combustione esterna, vi è la
possibilità di incendio.
Questo simbolo indica
che è necessario leggere
attentamente le istruzioni per
l’uso.
Questo simbolo indica che il
personale di assistenza deve
maneggiare l’apparecchi
attenendosi alle istruzioni per
l’installazione.
Questo simbolo indica che
sono incluse informazioni nelle
istruzioni per l’uso e/o nelle
istruzioni per l’installazione.
ACXF55-27161.indb 25
ACXF55-27161.indb 25 12/2/2019 10:36:05 AM
12/2/2019 10:36:05 AM

Domande e risposte

Non ci sono ancora domande circa il Panasonic CU-TZ50WKE

Chiedi informazioni sul Panasonic CU-TZ50WKE

Hai una domanda sul Panasonic CU-TZ50WKE ma non riesci a trovare una risposta nel manuale dell'utente? Probabilmente gli utenti di ManualsCat.com potranno aiutarti a rispondere alla tua domanda. Completando il seguente modulo, la tua domanda apparirà sotto al manuale del Panasonic CU-TZ50WKE. Assicurati di descrivere il problema riscontrato con il Panasonic CU-TZ50WKE nel modo più preciso possibile. Quanto più è precisa la tua domanda, maggiori sono le possibilità di ricevere rapidamente una risposta da parte di un altro utente. Riceverai automaticamente una e-mail per informarti che qualcuno ha risposto alla tua domanda.