Manuale di Metabo TS 216

Visualizza di seguito un manuale del Metabo TS 216. Tutti i manuali su ManualsCat.com possono essere visualizzati gratuitamente. Tramite il pulsante "Seleziona una lingua", puoi scegliere la lingua in cui desideri visualizzare il manuale.

  • Marca: Metabo
  • Prodotto: Seghe
  • Modello/nome: TS 216
  • Tipo di file: PDF
  • Lingue disponibili: Olandese, Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo, Italiano, Svedese, Portoghese, Danese, Russo, Norvegese, Finlandese, Ceco, Ungherese

Sommario

Pagina: 42
ITALIANO it
43
Istruzioni originali
1. Impiego conforme alle norme
2. Istruzioni generali di sicurezza
3. Apposite avvertenze di sicurezza
4. Vista complessiva
5. Installazione
6. Messa in funzione
7. Utilizzo
8. Trasporto
9. Cura e manutenzione
10. Suggerimenti pratici
11. Problemi e anomalie
12. Accessori
13. Riparazione
14. Tutela dell'ambiente
15. Dati tecnici
La sega circolare da banco è stata ideata per il
taglio longitudinale e trasversale di legno
massiccio, legno rivestito, pannelli di truciolato,
paniforte e materiali simili.
È possibile tagliare il metallo solamente tenendo
conto delle seguenti limitazioni:
– Solo con la lama adeguata
(vedere il capitolo 12. Accessori)
– Solo metalli non ferrosi
(né metallo duro o temprato, né magnesio)
I pezzi in lavorazione di forma tonda possono
essere tagliati solamente con l'ausilio di un
adeguato dispositivo di fermo, poiché potrebbero
ruotare a causa della lama in rotazione.
Quando viene eseguito il taglio in verticale di
pezzi piatti, è necessario utilizzare una guida
appropriata per un lavoro sicuro.
L'utensile non deve essere utilizzato per eseguire
piegamenti e scanalature.
Non utilizzare l'utensile per eseguire intagli
(scanalatura terminante nel pezzo in lavorazione).
Non utilizzare l'utensile per i tagli a immersione.
Qualsiasi altro utilizzo è da considerarsi non
conforme e quindi vietato. Il produttore non si
assume alcuna responsabilità per eventuali danni
derivanti da un utilizzo improprio del prodotto.
Eventuali modifiche apportate a questo utensile
oppure l'uso di componenti o accessori non
collaudati e autorizzati dal produttore possono
provocare danni imprevisti durante il
funzionamento.
Per proteggere la propria persona e per
una migliore cura dell'utensile elettrico
stesso, attenersi alle parti di testo
contrassegnate con questo simbolo!
ATTENZIONE – Al fine di ridurre il rischio di
lesioni, leggere le istruzioni per l'uso.
L'utensile elettrico andrà consegnato
esclusivamente insieme al presente documento.
Avvertenze generali di sicurezza per gli
utensili elettrici
ATTENZIONE – Leggere tutte le
avvertenze di sicurezza e le istruzioni.
Eventuali omissioni nell'adempimento delle
avvertenze di sicurezza e delle istruzioni potranno
causare scosse elettriche, incendi e/o lesioni
gravi.
Conservare tutte le avvertenze di sicurezza e
le istruzioni per poterle consultare in futuro! Il
termine "utensile elettrico" utilizzato nelle
avvertenze di sicurezza si riferisce ad utensili
elettrici alimentati dalla rete (con cavo di
alimentazione), nonché ad utensili elettrici
alimentati a batteria (senza cavo di alimentazione).
2.1 Sicurezza sul luogo di lavoro
a) Mantenere pulito e ben illuminato il posto di
lavoro. Il disordine o le zone di lavoro non
illuminate possono essere causa di incidenti.
b) Evitare d'impiegare l'utensile elettrico in
ambienti soggetti al rischio di esplosioni nei
quali si trovino liquidi, gas o polveri
infiammabili. Gli utensili elettrici producono
scintille che possono far infiammare la polvere o i
vapori.
c) Mantenere lontani i bambini ed altre
persone durante l'impiego dell'utensile
elettrico. Eventuali distrazioni potranno
comportare la perdita del controllo sull'utensile.
2.2 Sicurezza elettrica
a) La spina dell'utensile elettrico deve essere
adatta alla presa elettrica. Evitare
assolutamente di apportare modifiche alla
spina. Non utilizzare adattatori insieme a
utensili elettrici con messa a terra. Le spine
non modificate e le prese adatte allo scopo
riducono il rischio di scosse elettriche.
b) Evitare il contatto fisico con superfici
collegate a terra, come tubi, riscaldamenti,
focolari e frigoriferi. Se il proprio corpo è
collegato a massa, aumenta il rischio di subire
scosse elettriche.
c) Custodire l'utensile elettrico al riparo dalla
pioggia o dall'umidità. L'eventuale infiltrazione
di acqua in un utensile elettrico va ad aumentare il
rischio di scosse elettriche.
d) Non usare il cavo di alimentazione per scopi
diversi da quelli previsti al fine di trasportare
o appendere l'utensile elettrico, oppure di
togliere la spina dalla presa di corrente.
Mantenere il cavo al riparo da fonti di calore,
olio, spigoli vivi o parti dell'utensile in
movimento. I cavi danneggiati o aggrovigliati
aumentano il rischio di scosse elettriche.
e) Qualora si voglia usare l'utensile elettrico
all'aperto, impiegare solo ed esclusivamente
cavi di prolunga adatti anche per l'impiego
all'esterno. L'uso di un cavo di prolunga
omologato per l'impiego all'esterno riduce il rischio
di scosse elettriche.
f) Quando non è possibile evitare l'uso
dell'utensile elettrico in ambienti umidi,
impiegare un interruttore differenziale.
L'impiego di un interruttore differenziale riduce il
rischio di scossa elettrica.
2.3 Sicurezza delle persone
a) È importante concentrarsi su ciò che si sta
facendo e maneggiare con giudizio l'utensile
elettrico durante le operazioni di lavoro. Non
utilizzare l'utensile elettrico in caso di
stanchezza o sotto l'effetto di droghe,
bevande alcoliche e medicinali. Un attimo di
distrazione durante l'uso dell'utensile elettrico
potrà causare lesioni gravi.
b) Indossare sempre l'equipaggiamento di
protezione personale e occhiali protettivi. Se
si avrà cura d'indossare l'equipaggiamento di
protezione personale come la maschera
antipolvere, le scarpe di sicurezza antiscivolo, il
casco protettivo o la protezione per l'udito, a
seconda del tipo e dell'uso dell'utensile elettrico, si
potrà ridurre il rischio di lesioni.
c) Evitare l'accensione involontaria
dell'utensile. Accertarsi che l'utensile elettrico
sia spento prima di collegarlo
all'alimentazione elettrica e/o alla batteria, di
prelevarlo o trasportarlo. Tenendo il dito
sull'interruttore o collegando l'utensile elettrico
all'alimentazione elettrica mentre è acceso si
potranno provocare incidenti.
d) Togliere gli attrezzi di regolazione o la
chiave inglese prima di accendere l'utensile
elettrico. Un utensile o una chiave inglese che si
trovino in una parte rotante dell'utensile potranno
causare lesioni.
e) Evitare di mantenere posizioni anomale del
corpo. Mettersi sempre in una posizione
sicura mantenendo l'equilibrio.
In questo modo sarà possibile controllare meglio
l'utensile elettrico in situazioni inaspettate.
f) Indossare vestiti adeguati. Evitare di
indossare vestiti larghi o gioielli. Tenere i
capelli e i vestiti lontani dalle parti in
movimento. Vestiti larghi, gioielli o capelli lunghi
potranno impigliarsi nelle parti in movimento.
g) Se vi è la possibilità di montare dispositivi
di aspirazione o di captazione della polvere,
assicurarsi che gli stessi siano stati installati
correttamente e vengano utilizzati senza
errori. L'utilizzo di un sistema di aspirazione della
polvere può limitare i rischi derivanti dalla polvere.
h) Non fidarsi mai di una falsa sicurezza e non
intralciare le regole sulla sicurezza degli
utensili elettrici, anche se si ha ormai
familiarità con l'utensile perché lo si è
utilizzato frequentemente. Un comportamento
disattento può provocare lesioni gravi in frazioni di
secondo.
2.4 Utilizzo e trattamento
dell'elettroutensile
a) Non sovraccaricare l'utensile. Impiegare
l'utensile elettrico adatto per il proprio lavoro
Utilizzando l'utensile elettrico adatto si potrà
lavorare meglio e con maggior sicurezza entro la
gamma di potenza indicata.
b) Non utilizzare utensili elettrici dotati di
interruttori difettosi. Un utensile elettrico che
non si può più accendere o spegnere è pericoloso
e dovrà essere riparato.
c) Prima di effettuare le regolazioni, riporre
l'utensile o sostituire gli accessori, estrarre la
spina dalla presa e/o estrarre la batteria
rimovibile. Tale precauzione eviterà che l'utensile
elettrico possa essere messo in funzione
inavvertitamente.
d) Custodire gli utensili elettrici non utilizzati
al di fuori della portata dei bambini. Non fare
usare l'utensile a persone che non siano
abituate ad usarlo o che non abbiano letto le
presenti istruzioni. Gli utensili elettrici sono
pericolosi se utilizzati da persone inesperte.
e) Effettuare accuratamente la manutenzione
dell'utensile elettrico e degli accessori.
Verificare che le parti mobili dell'utensile
funzionino perfettamente e non s'inceppino,
che non vi siano pezzi rotti o danneggiati al
punto tale da compromettere il funzionamento
dell'utensile stesso. Far riparare le parti
danneggiate prima di utilizzare l'utensile. Molti
incidenti vengono causati proprio da utensili
elettrici sottoposti a una manutenzione
insufficiente.
f) Mantenere gli utensili da taglio affilati e
puliti. Gli utensili da taglio curati con particolare
attenzione e con taglienti affilati s'inceppano meno
frequentemente e sono più facili da condurre.
g) Utilizzare l'utensile elettrico, gli accessori,
gli utensili ecc. soltanto in conformità alle
presenti istruzioni. Considerare le condizioni
di lavoro e il lavoro da eseguirsi durante
l'impiego. L'impiego di utensili elettrici per usi
diversi da quelli consentiti potrà dar luogo a
situazioni di pericolo.
h) Mantenere le impugnature e le superfici di
impugnatura asciutte, pulite e libere da olio e
da grasso. Le impugnature e superfici di
impugnatura scivolose non consentono un uso e
un controllo sicuri dell'utensile elettrico in
situazioni impreviste.
2.5 Assistenza
a) Fare riparare l'utensile elettrico solo ed
esclusivamente da personale specializzato
qualificato e solo impiegando pezzi di
ricambio originali. In tale maniera potrà essere
salvaguardata la sicurezza dell'utensile.
2.6 Ulteriori avvertenze di sicurezza
– Le presenti istruzioni d'uso si rivolgono a utenti
in possesso di una conoscenza tecnica di base
nell'utilizzo degli utensili come quello qui
descritto. Se non si ha alcuna esperienza con
questo tipo di utensili, si consiglia di ricorrere
all'aiuto di persone con esperienza nel campo.
– Il produttore non risponde dei danni provocati
dal mancato rispetto delle presenti istruzioni
d'uso.
Le informazioni riportate nelle presenti istruzioni
per l’uso sono contrassegnate come segue:
Pericolo!
Avviso di possibili lesioni personali o
danni ambientali.
Indice
1. Impiego conforme alle norme
2. Istruzioni generali di sicurezza
Pagina: 43
ITALIANO
it
44
Pericolo di scossa elettrica!
Avviso di possibili lesioni personali
causate dalla corrente elettrica.
Pericolo di trascinamento!
Avviso di possibili lesioni personali
causate dall'impigliamento di parti
del corpo o capi d'abbigliamento.
Attenzione!
Avviso di possibili danni materiali.
Nota:
Informazioni integrative.
3.1 Avvertenze di sicurezza relative ai ripari
di protezione
a) Lasciare i ripari di protezione montati. I
ripari di protezione devono essere montati
correttamente e in perfette condizioni
funzionali. I ripari di protezione allentati,
danneggiati o che non funzionano correttamente
vanno riparati o sostituiti.
b) Per i tagli, utilizzare sempre il riparo di
protezione della lama e il cuneo divisore. Se
la lama taglia il pezzo di lavorazione per tutto lo
spessore, il riparo di protezione e altri dispositivi
di sicurezza riducono il rischio di lesioni.
c) Al termine di determinati lavori (come ad
es. la piegatura) per i quali è necessario
rimuovere il riparo di protezione e il cuneo
divisore, riapplicare immediatamente questi
elementi di protezione. Il riparo di protezione e
il cuneo divisore riducono il rischio di lesioni.
d) Prima di accendere l'utensile elettrico,
accertarsi che la lama non venga a contatto
con il riparo di protezione, il cuneo divisore o
il pezzo di lavorazione. Il contatto accidentale
tra la lama e questi componenti può provocare
situazioni pericolose.
e) Regolare il cuneo come descritto nelle
presenti istruzioni. Una regolazione errata di
distanze, posizione e direzione può determinare
la scarsa efficacia del cuneo nel contrastare i
contraccolpi.
f) Affinché il cuneo sia efficace, deve trovarsi
nella fenditura della sega. Per il taglio di pezzi
troppo corti perché possa far presa il cuneo,
quest'ultimo è praticamente inefficace. In queste
condizioni è impossibile impedire il contraccolpo
tramite il cuneo.
g) Utilizzare la lama adeguata al cuneo
divisore. Affinché il cuneo divisore possa essere
efficace, la lama deve avere un diametro
adeguato al cuneo, il corpo della lama deve
essere più sottile del cuneo e la larghezza dei
denti deve essere maggiore dello spessore del
cuneo.
3.2 Avvertenze di sicurezza sul taglio alla
sega
a) PERICOLO! Non avvicinarsi con le
mani e con le dita alla zona di taglio e
alla lama. Basta un attimo di distrazione o uno
scivolamento e la vostra mano potrà avvicinarsi
alla lama e subire lesioni gravissime.
b) Condurre il pezzo di lavorazione
esclusivamente nella direzione opposta al
senso di rotazione della lama. Se il pezzo
avanza nella stessa direzione del senso di
rotazione della lama al di sopra del tavolo, il
pezzo stesso e la mano dell'utente potranno
essere trascinati dalla lama.
c) Per quanto riguarda i tagli longitudinali,
non utilizzare mai la guida per tagli obliqui
per l'avanzamento del pezzo; e per i tagli
obliqui con l'apposita guida per tagli obliqui,
non utilizzare la guida parallela per la
regolazione della lunghezza. Se il pezzo si
conduce contemporaneamente con la guida per
tagli paralleli e la guida per tagli obliqui, aumenta
la probabilità che la lama si blocchi e avvenga un
contraccolpo.
d) Nei tagli longitudinali, esercitare la forza di
avanzamento sul pezzo sempre tra la battuta
d'arresto e la lama. Se la distanza tra la
battuta d'arresto e la lama è inferiore a 150
mm, utilizzare uno spingipezzo, e un blocco
di spinta se la distanza è minore di 50 mm.
Questi "aiuti per il lavoro" fanno sì che la mano
dell'utente rimanga sempre a distanza di
sicurezza dalla lama.
e) Utilizzare soltanto lo spingipezzo fornito
dal produttore o un altro fabbricato in
conformità alle istruzioni. Lo spingipezzo
garantisce una distanza sufficiente tra la mano e
la lama.
f) Non utilizzare mai uno spingipezzo
danneggiato o tagliato. Uno spingipezzo
danneggiato può rompersi e far sì che la mano
dell'utente possa venire a contatto con la lama.
g) Non lavorare "a mano libera". Per
appoggiare e condurre il pezzo, utilizzare
sempre la guida per tagli paralleli o la guida
per tagli obliqui. "A mano libera" significa
appoggiare e condurre il pezzo con le mani
piuttosto che con la guida per tagli paralleli o per
tagli obliqui. Il taglio a mano libera provoca errori
di orientamento, bloccaggi e contraccolpi.
h) Non avvicinare mai le mani sopra o intorno
alla lama. Se si afferra il pezzo, si può provocare
un contatto accidentale con la lama in rotazione.
i) Sorreggere i pezzi lunghi e/o larghi dietro e/
o ai lati del banco sega per far sì che
rimangano in posizione orizzontale. Pezzi
lunghi e/o larghi tendono a cadere dal bordo del
banco sega, facendo perdere il controllo,
bloccare la lama e provocare un contraccolpo.
j) Guidare il pezzo in modo uniforme. Non
piegare né ruotare il pezzo. Se la lama si
blocca, spegnere l'utensile elettrico
immediatamente, staccare la spina ed
eliminare la causa del blocco. La lama che si
blocca può provocare un contraccolpo o bloccare
il motore.
k) Non rimuovere il materiale tagliato mentre
la sega è in funzione. Il materiale tagliato può
collocarsi tra la lama e la battuta d'arresto o nel
riparo di protezione, se lo si rimuove si avvicinano
inevitabilmente le proprie dita alla lama. Prima di
rimuovere il materiale, spegnere la sega e
attendere finché la lama non si arresta
completamente.
I) Per i tagli longitudinali di pezzi che hanno
uno spessore inferiore a 2 mm, utilizzare una
guida parallela supplementare. I pezzi sottili
possono incastrarsi sotto la guida parallela e
provocare un contraccolpo.
3.3 Contraccolpo - Cause e relative
avvertenze di sicurezza
Il contraccolpo è una reazione improvvisa del
pezzo provocata dalla lama che si blocca o si
incastra o da un taglio eseguito in obliquo rispetto
alla lama, oppure se una parte del pezzo si
incastra tra la lama e la guida parallela o un altro
elemento fisso.
Nella maggior parte dei casi, in conseguenza al
contraccolpo, il pezzo viene afferrato dalla parte
posteriore della lama, sollevato dal banco e
scaraventato verso l'operatore.
I contraccolpi sono la conseguenza di un utilizzo
sbagliato oppure erroneo della sega circolare da
banco. Possono essere evitati applicando le
misure di precauzione descritte di seguito.
a) Non posizionarsi mai in linea diretta con la
lama. Mantenersi sempre a lato della lama, in
cui si trova anche la battuta d'arresto. Il
contraccolpo può scaraventare il pezzo ad alta
velocità verso le persone che si trovano davanti
alla lama o sulla sua stessa linea.
b) Non tirare né sorreggere mai il pezzo
mettendo le mani sopra o dietro la lama.
Altrimenti può verificarsi un contatto accidentale
con la lama, oppure un contraccolpo può far sì
che le dita vengano trascinate dalla lama.
c) Non tenere né spingere mai il pezzo che
viene tagliato contro la lama in rotazione. Se
si spinge il pezzo in fase di taglio contro la lama
può verificarsi un blocco o un contraccolpo.
d) Orientare la battuta d'arresto in parallelo
rispetto alla lama. Se la battuta d'arresto non è
orientata correttamente, essa spinge il pezzo
contro la lama provocando un contraccolpo.
e) Per i tagli coperti (come ad es. la
piegatura) utilizzare un pressore a pettine
per guidare il pezzo premendolo sul banco e
la battuta d'arresto. Grazie al pressore a pettine
è possibile controllare meglio il pezzo in caso di
contraccolpo.
f) Sostenere i pannelli grossi per evitare il
rischio di contraccolpo dovuto ad una lama
incastrata. I pannelli di grandi dimensioni
possono piegarsi sotto il loro stesso peso, per
questo motivo devono essere supportati su
entrambi i lati sia vicino alla fenditura della sega
sia in prossimità del bordo.
g) Procedere con particolare cautela se i
pezzi sono deformati, annodati e contorti o
se non presentano un bordo diritto tramite il
quale possono essere condotti con una
guida per tagli obliqui o lungo una battuta
d'arresto. Un pezzo deformato, annodato o
contorto è instabile e provoca errori di
orientamento della fessura di taglio con la lama,
bloccaggi e contraccolpi.
h) Non tagliare mai pezzi impilati uno sopra
l'altro o uno dietro l'altro. La lama potrebbe
afferrare uno o più pezzi, provocando un
contraccolpo.
i) Per riavviare una sega inserita nel pezzo in
lavorazione, centrare la lama nella fessura in
modo da evitare che i denti vengano
incastrati nel pezzo. Se la lama rimane
bloccata, può sollevare il pezzo e ne potrebbe
derivare un contraccolpo qualora la sega venga
nuovamente messa in funzione.
j) Mantenere le lame affilate, pulite e stradate
a sufficienza. Non usare mai lame deformate
o che possiedono denti incrinati o spezzati.
Le lame affilate e stradate correttamente
minimizzano le probabilità di inceppamento,
bloccaggio e contraccolpo.
3.4 Avvertenze di sicurezza sull'uso delle
seghe circolari da banco
a) Prima di rimuovere il pannello, sostituire la
lama, effettuare le regolazioni relative al
cuneo divisore, alla sicurezza contro il
contraccolpo o al riparo di protezione della
lama; al termine di ogni taglio, spegnere la
sega circolare da banco e staccarla dalla
corrente elettrica. Le precauzioni servono ad
evitare gli incidenti.
b) Non far funzionare la sega circolare da
banco mai da sola. Spegnere l'utensile
elettrico e non allontanarsi da esso fin
quando non si è arrestato completamente. Se
la sega rimane in funzione senza essere
presidiata, costituisce un pericolo incontrollabile.
c) Collocare la sega circolare da banco in un
luogo che abbia un pavimento piano e che
sia ben illuminato, e in cui si possa assumere
una posizione sicura mantenendo l'equilibro.
Il luogo di installazione deve avere spazio a
sufficienza per poter manipolare comodamente i
pezzi di grandi dimensioni. Il disordine, le zone di
lavoro non illuminate e i pavimenti scivolosi e/o
non piani possono essere fonte di incidenti.
d) Rimuovere regolarmente i trucioli e la
segatura da sotto il banco sega e/o dal
sistema di aspirazione della polvere. La
segatura accumulatasi è combustibile e può
incendiarsi autonomamente.
e) Fissare la sega circolare da banco. Se la
sega non è fissata appropriatamente, può
muoversi o ribaltarsi.
f) Togliere gli attrezzi di regolazione, i resti di
legno ecc. dalla sega prima di accenderla.
Eventuali distrazioni o bloccaggi possono essere
pericolosi.
g) Utilizzare sempre lame delle giuste
dimensioni e con un foro di alloggiamento
adatto (ad esempio a forma di stella o tondo).
Le lame non adatte ai componenti di montaggio
della sega, ruotano in modo irregolare,
provocando la perdita del controllo.
h) Non utilizzare mai materiale di montaggio
danneggiato o sbagliato, quali flangia,
rondelle, viti o dadi. Questo materiale di
montaggio è stato progettato appositamente per
la vostra sega, al fine di garantire un
funzionamento sicuro e prestazioni ottimali.
i) Non salire mai sulla sega né utilizzarla
come sgabello. Se l'utensile elettrico si ribalta o
se si entra inavvertitamente in contatto con la
lama, si possono subire lesioni gravi.
j) Accertarsi che la lama sia montata nella
direzione di rotazione giusta. Non utilizzare
con la sega né mole abrasive né spazzole
metalliche. Il montaggio inappropriato della lama
o l'utilizzo di accessori non raccomandati
possono essere causa di lesioni serie.
3. Apposite avvertenze di
sicurezza
Pagina: 44
ITALIANO it
45
3.5 Ulteriori avvertenze di sicurezza
 Osservare in particolare le avvertenze
specifiche di sicurezza contenute nei vari
capitoli.
 All'occorrenza attenersi alle direttive di legge o
alle norme antinfortunistiche relative all'impiego
delle seghe circolari.
Pericoli generici
 Tenere nella giusta considerazione gli effetti
dell'ambiente circostante.
 Se i pezzi in lavorazione sono particolarmente
lunghi, utilizzare superfici di appoggio adeguate.
 Questo utensile può essere messo in funzione e
utilizzato solamente da persone che abbiano
una buona conoscenza delle seghe circolari e
siano consapevoli dei pericoli che possono
derivare in qualsiasi momento dall'impiego di
questi utensili.
Alle persone con età inferiore a 18 anni è
consentito utilizzare il presente utensile soltanto
ai fini della formazione professionale e sotto la
supervisione di un istruttore.
 Tenere lontano dalle zone di potenziale pericolo
le persone non autorizzate ed in particolare i
bambini. Durante il funzionamento, accertarsi
che nessuno tocchi l'utensile e/o il cavo di
alimentazione.
 Evitare di far surriscaldare i denti della sega.
 Per quanto riguarda la plastica, evitare che
questa fonda durante il taglio.
Pericolo causato dalla corrente
elettrica!
 Non esporre l'utensile alla pioggia.
Non utilizzare l'utensile in ambienti umidi o
bagnati.
Durante l'utilizzo dell'utensile elettrico in
questione, evitare che il corpo venga a contatto
con elementi muniti di messa a terra (quali, ad
esempio, elementi termici, tubi, focolari,
frigoriferi).
 Utilizzare il cavo di alimentazione
esclusivamente per gli scopi ai quali è destinato.
Pericolo di lesioni e di schiacciamento
per effetto delle parti mobili!
 Non mettere in funzione l'utensile nel caso in cui
non siano montati tutti i dispositivi di protezione
previsti.
 Mantenersi sempre ad una distanza sufficiente
dalla lama della sega. Se necessario, utilizzare
gli strumenti ausiliari adeguati. Durante il
funzionamento mantenersi a distanza
sufficiente dagli elementi strutturali azionati.
 Prima di rimuovere eventuali trucioli, resti di
legno ecc. dall'ambiente di lavoro, attendere
finché la lama della sega non si è arrestata.
 Non cercare di frenare la lama in rotazione
esercitando una pressione laterale.
 Prima di qualsiasi intervento di manutenzione,
accertarsi che l'utensile sia scollegato dalla rete
elettrica.
 Al momento dell'accensione (ad esempio in
seguito ad interventi di manutenzione),
accertarsi che non siano rimasti attrezzi di
montaggio o parti mobili all'interno dell'utensile.
Pericolo di taglio anche quando
l'utensile da taglio non è in movimento!
 Per sostituire gli utensili da taglio, utilizzare i
guanti.
 Conservare le lame in modo che nessuno possa
ferirsi.
Pericolo dovuto al contraccolpo dei
pezzi!
 Lavorare solamente con il cuneo divisore
correttamente impostato.
 Non tenere i pezzi in lavorazione in posizione
inclinata.
 Accertarsi che la lama sia adatta al materiale
del pezzo da tagliare.
 Tagliare i pezzi sottili o a parete sottile
utilizzando solo lame a denti fini.
 Utilizzare sempre lame affilate.
 In caso di dubbio verificare che i pezzi non
presentino corpi estranei (ad esempio chiodi
oppure viti).
 Tagliare solamente pezzi con dimensioni tali da
consentire un bloccaggio sicuro durante
l'operazione di taglio.
Pericolo di trascinamento!
 Durante l'uso, prestare attenzione affinché parti
del corpo o degli indumenti non possano
rimanere impigliate nei componenti in rotazione
e venire trascinate all'interno (evitare cravatte,
evitare guanti, evitare capi di abbigliamento
con maniche larghe; per i capelli lunghi
utilizzare assolutamente una retina di
protezione).
 Non tagliare mai pezzi nei/sui quali si trovino
– funi,
– corde,
– nastri,
– cavi o
– fili metallici o elementi contenenti tali materiali.
Pericolo causato da protezione
personale insufficiente!
 Indossare protezioni acustiche.
 Indossare occhiali protettivi.
 Indossare una mascherina parapolvere.
 Indossare indumenti da lavoro adeguati.
 Se il lavoro si svolge all'aperto, è consigliabile
indossare calzature antiscivolo.
Pericolo causato dalla polvere di
legno!
 Alcuni tipi di polvere di legno (ad esempio
derivanti da legno di quercia, faggio e frassino)
possono essere cancerogeni se inspirati.
Lavorare esclusivamente con un impianto di
aspirazione. L'impianto di aspirazione deve
soddisfare i valori indicati nel capitolo 7.1.
Ridurre la formazione di polvere:
 Le particelle che si formano durante l'utilizzo di
questa macchina possono contenere sostanze
che potrebbero provocare tumori, reazioni
allergiche, malattie alle vie respiratorie, difetti
alla nascita o altri danni alla riproduzione. Ecco
alcuni esempi di queste sostanze: piombo (in
vernici contenenti piombo), additivi per il
trattamento del legno (cromato, conservanti per
legno), alcuni tipi di legno (polvere di quercia o
faggio).
 Il rischio dipende dalla durata di esposizione da
parte dell'utente o delle persone che si trovano
nelle vicinanze.
 Impedire alle particelle di raggiungere il corpo.
 Per ridurre l'esposizione a queste sostanze:
garantire una ventilazione sufficiente nel luogo
di lavoro e indossare un equipaggiamento di
protezione adeguato, come ad es. mascherine
in grado di filtrare le particelle microscopiche.
 Osservare le direttive inerenti al materiale
utilizzato, al personale, al tipo e luogo di
impiego (ad es. disposizioni sulla sicurezza del
lavoro, smaltimento).
 Raccogliere le particelle formatesi, evitare che
si depositino nell'ambiente.
 Utilizzare il dispositivo di aspirazione polvere
fornito in dotazione e un sistema di aspirazione
adatto. In questo modo, nell'ambiente si
diffonde in maniera incontrollata una minore
quantità di particelle.
 Ridurre la formazione di polvere procedendo
come segue:
– non indirizzare le particelle in uscita e la
corrente di scarico aria della macchina su di
sé o sulle persone che si trovano nelle
vicinanze, né sulla polvere depositata,
– utilizzare un impianto di aspirazione e/o un
depuratore aria,
– ventilare bene il luogo di lavoro e tenerlo pulito
tramite aspirazione. Passando la scopa o
soffiando si provoca un movimento vorticoso
della polvere.
– Aspirare o lavare gli indumenti di protezione.
Non soffiare, colpire o spazzolare.
Pericolo causato da modifiche
tecniche o dall'impiego di componenti o
accessori non collaudati ed omologati dal
produttore
 Montare questo utensile attenendosi
scrupolosamente alle istruzioni del presente
manuale.
 Utilizzare esclusivamente i componenti
omologati dal produttore. In particolare per
quanto riguarda:
– le lame (per il numero d'ordine vedere il
capitolo 12. Accessori);
– i dispositivi di sicurezza.
 Non apportare alcun tipo di modifica ai
componenti.
Pericolo causato da eventuali difetti
dell'utensile!
 Effettuare la manutenzione dell'utensile e dei
relativi accessori con la massima cura. Attenersi
scrupolosamente alle istruzioni per la
manutenzione.
 Controllare l'eventuale presenza di danni
sull'utensile: prima di procedere ad un ulteriore
utilizzo dell'utensile stesso, sarà necessario
verificare con attenzione che i dispositivi di
sicurezza e di protezione o le parti leggermente
danneggiate funzionino correttamente e in
conformità alle disposizioni. Verificare che le
parti mobili funzionino perfettamente e che non
si inceppino. Tutti i componenti devono essere
montati correttamente e soddisfare tutti i
requisiti necessari per garantire il corretto
funzionamento dell'utensile.
 I dispositivi di protezione o i componenti
eventualmente danneggiati devono essere
adeguatamente riparati o sostituiti da un'officina
specializzata e riconosciuta. Far sostituire gli
interruttori danneggiati presso un centro di
assistenza clienti. Non utilizzare l'utensile se
non è possibile azionare l'interruttore di
accensione.
Pericolo causato dal rumore!
 Indossare protezioni acustiche.
 Accertarsi che il cuneo divisore non sia
deformato. Un cuneo divisore deformato
esercita una pressione laterale contro la lama
della sega: ciò produce rumore.
Pericolo causato da pezzi o parti dei
pezzi che bloccano l'utensile!
Quando si verifica un blocco:
1. spegnere l'utensile,
2. scollegare la spina,
3. indossare i guanti,
4. eliminare il blocco con l'ausilio di un attrezzo
appropriato.
3.6 Simboli sull'utensile
Indicazioni sulla targhetta identificativa:
a produttore
b numero di serie
D-72622 Nürtingen
Germany
xxxx
30
216
mm
max.
63
mm
a
b
c
d
e f g h
Pagina: 45
ITALIANO
it
46
c denominazione dell'utensile
d dati del motore (vedere anche "Dati tecnici")
e marcatura CE – questo utensile elettrico è
conforme alle direttive UE secondo la relativa
dichiarazione di conformità
f anno di fabbricazione
g simbolo di smaltimento – l'utensile può essere
smaltito dal produttore
h dimensioni delle lame omologate
Segnali di sicurezza
Pericolo!
La mancata osservanza delle seguenti
avvertenze può causare lesioni gravi
o danni materiali.
Leggere le istruzioni per l'uso.
Non afferrare la lama quando è in
funzione.
Indossare gli occhiali di protezione.
Indossare protezioni acustiche.
Non utilizzare l'utensile in un ambiente
umido o bagnato.
3.7 Dispositivi di sicurezza
Cuneo divisore
Il cuneo divisore (5) impedisce che un pezzo in
lavorazione rimanga impigliato nella dentatura
della lama e venga scagliato contro l'utilizzatore.
Il cuneo divisore deve essere sempre montato
quando l'utensile è in funzione.
Calotta paratrucioli
La calotta paratrucioli (7) evita che l'operatore
venga inavvertitamente a contatto con la lama
della sega e protegge da trucioli vaganti.
La calotta paratrucioli deve essere sempre
montata quando l'utensile è in funzione.
Spingipezzo
Lo spingipezzo (13) funge da prolungamento
della mano e consente di condurre in modo
sicuro il pezzo in lavorazione in prossimità della
lama, proteggendo l'operatore da un involontario
contatto con la lama stessa.
Lo spingipezzo deve essere sempre utilizzato
qualora la distanza tra la lama e una guida
parallela risulti inferiore a 120 mm.
Lo spingipezzo deve essere guidato con un
angolo compreso tra 20° e 30° rispetto alla
superficie del banco sega.
Qualora lo spingipezzo non venga utilizzato,
dovrà essere conservato unitamente alla
macchina.
Se lo spingipezzo risulta danneggiato, dovrà
essere sostituito.
Vedi pagina 2.
1 Supporto guida parallela
2 Prolunga del banco
3 Guida trasversale
4 Inserto del banco
5 Cuneo divisore
6 Leva di bloccaggio per fissare la calotta
paratrucioli
7 Calotta paratrucioli
8 Impugnatura per bloccare la guida trasversale
9 Prolunga laterale del banco
10 Leva di bloccaggio per la prolunga laterale del
banco
11 Guida parallela
12 Leva di bloccaggio per fissare la guida
parallela
13 Spingipezzo
14 Supporto spingipezzo
15 Interruttore ON
16 Interruttore OFF
17 Manovella per la regolazione dell'altezza di
taglio
18 Volantino per la regolazione dell'angolo di
inclinazione
19 Leva di bloccaggio per bloccare l'angolo di
inclinazione
20 Arresto limitazione inclinazione
21 Piedino regolabile per compensare le
irregolarità del pavimento (per TS 216 Floor) *
22 Supporto per il flessibile di aspirazione
23 Tubo flessibile per aspirazione
24 Vite di regolazione (bloccaggio della guida
parallela)
25 Attacco aspirazione calotta paratrucioli
26 Supporto calotta paratrucioli
27 Adattatore di aspirazione
28 Supporto guida trasversale
29 Chiave fissa
30 Piede / impugnatura del cavalletto-basamento
(solo in TS 216 / in TS 216 Floor non
applicabile successivamente) *
* in funzione della dotazione / in funzione del
modello
Accertarsi di lavorare in posizione
stabile e mantenere sempre l'equilibrio.
Installazione senza montante macchina:
1. Sollevare l'utensile dall'imballo (questa
operazione deve essere effettuata con l'aiuto
di una seconda persona).
2. Collocare la sega su un tavolo stabile oppure
su un banco da lavoro.
3. Serrare la sega sul tavolo o sul banco da
lavoro.
4. Compensare le irregolarità del pavimento con
il piedino regolabile (21): svitare la vite,
regolare il piedino e serrare nuovamente la
vite con forza.
Installazione con montante macchina:
1. Sollevare l'utensile dall'imballo (questa
operazione deve essere effettuata con l'aiuto
di una seconda persona).
2. Posizionare l'utensile sul pavimento.
3. Sollevare l'utensile afferrandolo per le
impugnature e posizionarlo in verticale.
4. Estrarre le impugnature (30), ruotarle e farle
scattare in posizione.
5. Aprire le due gambe inferiori del banco,
ribaltandole. Spingere la leva orientabile rossa
(31) verso il basso (azione eseguibile sia con
la mano che con il piede) ed aprire le gambe
del banco verso il basso.
6. Inclinare leggermente l'utensile all'indietro e
spingere entrambe le gambe del banco verso
il basso. Le leve orientabili rosse (31) devono
scattare in posizione.
7. Aprire le due gambe superiori del banco,
ribaltandole. Spingere verso destra le leve
orientabili rosse (32) ed aprire le gambe del
banco verso il basso.
Le leve orientabili rosse devono scattare in
posizione.
8. Afferrare la sega prendendola al centro del
telaio superiore. Sollevare la sega e deporla.
(Con il piede bloccare il piedino regolabile al
fine di evitare che la sega possa scivolare
durante l'installazione).
9. Compensare le eventuali irregolarità del
terreno mediante il piedino regolabile (33).
4. Vista complessiva
13
5. Installazione
30
31
32
33
Pagina: 46
ITALIANO it
47
Nota:
Alla prima accensione possono essere espulsi
trucioli di gomma. Questo fenomeno è dovuto a
motivi tecnici, quindi non costituisce alcun
problema.
6.1 Montaggio
Regolazione del cuneo divisore (se
necessario)
Nota:
Al momento della fornitura, il cuneo divisore (5) è
già correttamente regolato. Un'eventuale
regolazione durante la messa in funzione
dell'utensile è necessaria solamente se il cuneo
divisore si è spostato durante il trasporto.
1. Sollevare completamente la lama della sega
con la manovella.
2. Inserire la chiave fissa (28) nell'apertura
dell'inserto del tavolo (4), quindi sollevare ed
estrarre quest'ultimo.
3. Allentare la leva di serraggio (34) (ruotare in
senso antiorario!).
4. Tirare verso l'alto il cuneo divisore (5) dalla
posizione di trasporto inferiore fino a battuta.
5. Controllare l'allineamento del cuneo divisore:
– La distanza tra il bordo esterno della lama e il
cuneo divisore deve essere compresa tra
3 e 8 mm.
– Il cuneo divisore deve essere allineato con la
lama.
Pericolo!
Il cuneo divisore fa parte dei dispositivi di
sicurezza e deve essere montato
correttamente al fine di consentire un utilizzo
dell'utensile privo di pericoli.
6. Serrare la leva di bloccaggio (34) (ruotare in
senso orario!).
Impostazione allineamento laterale (se
necessario):
il cuneo divisore (5) e la lama devono essere
esattamente allineati.
7. Allentare le tre viti a brugola (35).
8. Allineare il cuneo divisore (5) a filo con la
lama.
9. Serrare di nuovo le tre viti a brugola (35).
10.Riapplicare l'inserto del banco (4)
premendolo.
Montaggio della calotta paratrucioli
1. Sollevare completamente la lama della sega
con la manovella.
2. Montare la calotta paratrucioli (7)
nell'alloggiamento in prossimità del cuneo
divisore (5).
3. Serrare a fondo la calotta paratrucioli con
l'ausilio della leva di bloccaggio (36).
Regolazione in altezza dell'inserto del banco
(se necessario)
L'inserto del banco (4) è regolato correttamente
se la sua superficie si trova a 0 - 0,7 mm al di
sotto della superficie del banco.
L'altezza dell'inserto (4) si regola per mezzo delle
4 viti che si trovano agli angoli.
6.2 Allacciamento alla rete
Pericolo! Tensione elettrica
 Utilizzare l'utensile elettrico solamente in
un ambiente asciutto.
 Mettere in funzione l'utensile solo
collegandolo ad una fonte di energia
elettrica che soddisfi le seguenti esigenze
(vedere anche i “Dati tecnici”):
– prese installate correttamente, con
collegamento a terra e testate in con-
formità alle disposizioni;
– la tensione e la frequenza di rete devo-
no coincidere con i dati riportati sulla
targhetta identificativa dell'utensile;
– protezione con un interruttore per cor-
renti di guasto (RCD) con una corrente
di dispersione di 30 mA.
Nota:
Rivolgersi al proprio gestore per la fornitura
di energia elettrica oppure al proprio
installatore elettrico, qualora si desideri
sapere se il proprio allacciamento domestico
soddisfa i requisiti necessari.
 Posare il cavo di alimentazione in modo tale
che non sia causa di disturbo e non possa
essere danneggiato durante il lavoro.
 Proteggere il cavo di alimentazione dal
calore, dai liquidi aggressivi e dagli spigoli
appuntiti.
 Utilizzare come cavi di prolunga solamente
cavi con rivestimento in gomma con
sezione sufficiente.
 All'aperto utilizzare solo cavi di prolunga
che siano approvati per l'impiego
all'esterno e contrassegnati di
conseguenza.
 Non estrarre la spina dalla presa tirandola
dal cavo di alimentazione.
 Evitare un avviamento indesiderato: prima
di inserire la spina nella presa, accertarsi
che l'interruttore ON/OFF sia disinserito.
Pericolo di infortuni!
La sega deve essere utilizzata solamente da
una persona alla volta. Altre persone
possono fermarsi a distanza dalla sega
solamente per funzioni di alimentazione o
prelievo dei pezzi in lavorazione.
Controllare prima del lavoro che i seguenti
elementi siano in perfette condizioni:
– cavo di alimentazione e spina elettrica;
– interruttore ON/OFF;
– cuneo divisore;
– calotta paratrucioli;
– strumenti ausiliari (spingipezzo, legno
d'avanzamento e impugnatura).
Utilizzare l'equipaggiamento di protezione
personale:
– mascherina parapolvere;
– protezioni acustiche;
– occhiali protettivi.
Durante l'esecuzione del taglio, assumere la
corretta postura di lavoro:
– davanti sul lato operatore;
– frontale rispetto alla sega;
– a sinistra accanto alla linea di taglio della
lama;
– in caso di utilizzo con due persone, la se-
conda persona deve mantenersi a una
sufficiente distanza dalla sega.
Durante il lavoro, utilizzare in funzione delle
necessità:
– piani di appoggio adeguati per i pezzi in
lavorazione – se i pezzi una volta tagliati
dovessero cadere dal banco;
– dispositivo di aspirazione trucioli.
Evitare i tipici errori di utilizzo:
– Non cercare di frenare la lama in rotazio-
ne esercitando una pressione laterale.
Pericolo di contraccolpo.
– Durante l'esecuzione del taglio, premere
il pezzo in lavorazione sempre sul banco
e non inclinarlo mai. Pericolo di contrac-
colpo.
– Non tagliare mai più pezzi contemporane-
amente, né fasci composti da più elemen-
ti singoli. Se singoli pezzi vengono trasci-
nati in modo incontrollato dalla lama si
rischia di provocare incidenti.
Pericolo di trascinamento!
Non tagliare mai pezzi all'interno dei quali
possano trovarsi funi, corde, nastri, cavi o fili
metallici o elementi contenenti tali materiali.
7.1 Impianto di aspirazione trucioli /
aspiratori universali
Pericolo!
Alcuni tipi di polvere di legno (ad esempio
derivanti da legno di quercia, faggio e
frassino) possono essere cancerogeni se
inspirati. Lavorare in locali chiusi solamente
in presenza di un adeguato impianto di
aspirazione trucioli. L'impianto di aspirazione
trucioli deve soddisfare i seguenti requisiti:
– Adattarsi al diametro dell'attacco di aspi-
razione (calotta paratrucioli 38 mm; cas-
setta raccolta trucioli 35/44 mm);
– Volume d'aria  460 m3
/h;
– Depressione sull'attacco di aspirazione
della sega  530 Pa;
– Velocità dell'aria sull'attacco di aspirazione
della sega  20 m/s.
Gli attacchi di aspirazione della sega per
l'aspirazione trucioli si trovano presso la cassetta
raccolta trucioli e presso la calotta paratrucioli.
Attenersi anche alle istruzioni per l'uso del relativo
impianto di aspirazione trucioli!
7.2 Regolazione dell'altezza di taglio
Pericolo!
Eventuali parti del corpo o oggetti che si
trovino in prossimità della zona di
regolazione della macchina possono venire
trascinati dalla lama in rotazione! Procedere
6. Messa in funzione
5
34
max. 8 mm
5 35
7. Utilizzo
7
5 36
Pagina: 47
ITALIANO
it
48
con la regolazione dell'altezza di taglio
solamente quando la lama si è arrestata!
L'altezza di taglio della lama deve essere
adeguata all'altezza del pezzo in lavorazione: il
bordo anteriore inferiore della calotta paratrucioli
deve poggiare sul pezzo stesso.
 Regolare l'altezza di taglio ruotando la
manovella (17).
Nota:
Per compensare un eventuale gioco durante
la regolazione dell'altezza di taglio, portare la
lama nella posizione desiderata sempre dal
basso.
7.3 Regolazione dell'inclinazione della lama
Pericolo!
Eventuali parti del corpo, oggetti o parti
dell'utensile che si trovino in prossimità della
zona di regolazione della macchina possono
venire trascinati dalla lama in rotazione!
Procedere con la regolazione
dell'inclinazione della lama solamente
quando la lama si è arrestata!
L'inclinazione della lama può essere regolata tra -
1,5° e 46,5°.
1. Sbloccare la leva di bloccaggio (19).
2. Impostare l'inclinazione della lama che si
desidera ruotando il volantino (18).
3. Bloccare l'angolo di inclinazione impostato per
mezzo della leva di bloccaggio (19) (ruotare in
senso orario).
Regolazione per tagli sottosquadro
La regolazione dell'inclinazione è dotata di una
battuta a 0° e a 45°. Per l'esecuzione di speciali
tagli smussati (sottosquadro) è possibile
incrementare l'angolo di inclinazione in entrambe
le direzioni di 1,5°.
 Estrarre l'arresto limitazione inclinazione (20) ed
impostarlo mediante il disco dell'eccentrico
destro = angolo dell'inclinazione della lama
impostabile tra –1,5° e 45°.
 Estrarre l'arresto limitazione inclinazione (20) ed
impostarlo mediante il disco dell'eccentrico
sinistro = angolo dell'inclinazione della lama
impostabile tra 0° e 46,5°.
Interruttore ON/OFF
 Accensione = premere l'interruttore superiore
(15) per 1 - 2 sec.
 Spegnimento = premere l'interruttore inferiore
(16).
7.4 Regolazione della guida parallela
Il montaggio avviene sul profilo di guida sulla
parte anteriore della sega.
– Posizionare la guida parallela (11) a destra della
lama.
Il contrassegno nella lente di ingrandimento
indica la distanza impostata sulla scala della
guida parallela rispetto alla lama.
– Allentare la leva di bloccaggio (12) della guida
parallela e spostare la guida stessa finché il
contrassegno nella lente di ingrandimento non
indica la distanza desiderata rispetto alla lama.
Per bloccare, spingere la leva di bloccaggio
(12) verso il basso.
– Durante il taglio con guida parallela, il profilo di
battuta (37) deve trovarsi in posizione parallela
rispetto alla lama e deve essere bloccato per
mezzo della leva di bloccaggio (12). A questo
scopo, spingere la leva di bloccaggio (12) verso
il basso.
– Dadi zigrinati (38) per fissare il profilo di battuta.
Dopo aver allentato entrambi i dadi zigrinati
(38), il profilo di battuta può essere rimosso e
spostato:
Bordo d'appoggio basso:
– per tagliare pezzi dalla conformazione piatta;
– se la lama della sega è inclinata.
Bordo d'appoggio alto:
– per tagliare pezzi alti.
7.5 Regolazione dell'indicatore sulla guida
parallela
1. Allineare la guida parallela alla lama.
2. Allentare la vite dell'indicatore della guida
parallela.
3. Portare l'indicatore sulla guida parallela in
corrispondenza con lo “0” sulla scala.
4. Serrare nuovamente la vite dell'indicatore
della guida parallela.
Nota:
Per evitare che il pezzo si inceppi durante il taglio
con guida parallela:
spostare la guida parallela completamente a
destra e quindi impostare l'ampiezza di taglio
desiderata.
Nota:
Regolazione della guida parallela
(all'occorrenza): affinché il pezzo in lavorazione
non rimanga inceppato tra la guida parallela e la
lama, la guida deve essere allineata
parallelamente alla lama,
oppure deve essere impostata a max. 0,3 mm in
apertura all'indietro. Ai fini della regolazione:
allentare le 2 viti sulla parte superiore della guida
parallela, quindi serrare nuovamente.
Nota:
Regolazione della forza di serraggio della guida
parallela (all'occorrenza): per far serrare
l'elemento di bloccaggio posteriore prima o dopo
quello anteriore, ruotare il dado (24). Allentare il
dado (24) per far serrare l'elemento di bloccaggio
posteriore dopo. Stringere il dado (24) per farlo
serrare prima.
7.6 Regolazione della guida trasversale
La guida trasversale (3) viene introdotta nella
scanalatura del banco sega dalla parte anteriore.
Per eseguire tagli inclinati è possibile spostare la
guida trasversale in entrambe le direzioni di 60°.
Per eseguire tagli inclinati da 45° e 90° sono
disponibili le battute corrispondenti.
Per l'impostazione di un angolo: allentare
l'impugnatura di bloccaggio (8) ruotandolo in
senso antiorario.
Pericolo di lesioni!
Durante il taglio, l'impugnatura di bloccaggio
deve essere fissata con la guida trasversale.
Allentando i dadi zigrinati (39) il profilo ausiliario
può essere spostato oppure rimosso.
7.7 Regolazione della prolunga laterale del
banco
La prolunga laterale del banco (9) amplia la
superficie d'appoggio in modo che sia possibile
lavorare in modo sicuro anche con pezzi di
dimensioni maggiori.
17
19 18
20
-1,5° ... 45°
0° ... 46°
15
16
37 11 12
38
8
3
39
Pagina: 48
ITALIANO it
49
 Per impostare la prolunga laterale del banco (9)
è necessario sbloccare la leva di bloccaggio
(10).
(Per regolare la prolunga laterale sinistra,
azionare la leva di bloccaggio posteriore. (Per
regolare la prolunga laterale destra, azionare la
leva di bloccaggio anteriore.)
Pericolo di lesioni!
L'impugnatura di bloccaggio deve essere
sempre bloccata durante il taglio.
Lettura della scala durante la lavorazione con
la guida parallela
Su quale scala venga letta l'ampiezza di taglio
dipende da come è stato montato il profilo di
battuta sulla guida parallela:
– Bordo d'appoggio alto =
scala con scritta nera su sfondo bianco.
– Bordo d'appoggio basso =
scala con scritta bianca su sfondo nero.
Per ampiezze di taglio minori la prolunga laterale
del banco non viene estratta. L'ampiezza di taglio
viene rilevata rispettivamente sulla scala destra
mediante l'indicatore della guida parallela:
– Bordo d'appoggio alto: ampiezze di taglio da 0 a
25 cm.
– Bordo d'appoggio basso: ampiezze di taglio da
0 a 18,5 cm.
Qualora debbano essere tagliati pezzi di grandi
dimensioni, è necessario estrarre la prolunga
laterale del banco (9).
1. Spostare la guida parallela nella posizione
finale della scala.
2. Estrarre la prolunga laterale del banco e
regolare la guida parallela alla distanza
desiderata. L'ampiezza di taglio viene rilevata
rispettivamente sulla scala sinistra mediante
l'indicatore della scala.
7.8 Regolazione della prolunga del banco
La prolunga del banco (2) amplia la superficie
d'appoggio in modo che sia possibile lavorare in
modo sicuro anche con pezzi di lunghezze
maggiori.
1. Per estrarre la prolunga del banco è
necessario allentare entrambe le viti zigrinate
(40).
2. Estrarre la prolunga del banco e regolarla alla
distanza desiderata.
3. Serrare nuovamente le due viti zigrinate.
7.9 Taglio
Pericolo!
Lo spingipezzo deve essere sempre utilizzato
qualora la distanza tra la lama e una guida
parallela risulti inferiore a 120 mm.
Taglio diritto
1. Impostare e bloccare l'angolo dell'inclinazione.
2. Regolare l'altezza di taglio. La calotta
paratrucioli deve appoggiare completamente,
sul lato anteriore, sul pezzo in lavorazione.
3. Se la sega è inclinata, posizionare e regolare il
finecorsa parallelo a sinistra della lama.
4. Mettere in funzione la sega.
5. Spingere indietro il pezzo in lavorazione
uniformemente ed eseguire un ciclo di
lavorazione (taglio).
6. Disinserire l'utensile, qualora non debba più
essere utilizzato a breve.
Taglio ad angolo
1. La guida trasversale (3) viene introdotta nella
scanalatura del banco sega dalla parte
anteriore.
2. Dopo aver allentato l'impugnatura di
bloccaggio (8), impostare l'angolo desiderato
sulla guida trasversale e serrare nuovamente
l'impugnatura di bloccaggio.
3. Impostare la distanza laterale tra il profilo
ausiliario e la lama:
Allentare i dadi zigrinati (39) e spostare il
profilo ausiliario.
Serrare i dadi zigrinati (39).
4. Premere il pezzo in lavorazione contro la
guida trasversale.
5. Tagliare il pezzo in lavorazione facendo
avanzare la guida trasversale.
6. Disinserire l'utensile, qualora non debba più
essere utilizzato a breve.
Pericolo!
Prima di ogni trasporto:
 Spegnere l’utensile.
 Attendere l'arresto della lama.
 Estrarre la spina di alimentazione.
 Smontare i componenti aggiuntivi (calotta
paratrucioli, aspirazione trucioli). Conservare la
calotta paratrucioli sul banco sega.
 Mettere il cuneo divisore nella posizione di
trasporto. Procedere come descritto nel capitolo
6.1, ma spostare il cuneo divisore (5) verso il
basso fino a battuta (posizione di trasporto).
 Abbassare completamente la lama con la
manovella.
 Impostare l'angolo di inclinazione della lama su
0° e bloccarlo mediante l'apposita leva di
bloccaggio.
 Avvolgere il cavo di alimentazione sull'apposito
avvolgicavo.
Solo utensili con montante macchina:
 Sollevare l'utensile dal telaio ed inclinarlo
all'indietro. Posizionare l'utensile in verticale e
richiudere le gambe superiori del banco. Le leve
orientabili rosse devono nuovamente scattare in
posizione.
 Inclinare l'utensile all'indietro e richiudere le
gambe inferiori del banco. Le leve orientabili
rosse devono nuovamente scattare in
posizione.
 Inserire le impugnature e deporre l'utensile.
Pericolo di incastro
Introdurre completamente entrambe le
prolunghe laterali del banco e bloccarle con
le leve di bloccaggio.
Per trasportare l'utensile, utilizzare le
impugnature laterali (41) presenti nel banco.
Attenzione!
Non trasportare l'utensile afferrandolo per i
dispositivi di protezione, prolunghe laterali
estratte o non bloccate, oppure per gli
elementi di comando!
Attenzione!
Per trasportare l'utensile occorrono due
persone (per il peso)!
Trasporto mobile:
 Estrarre l'impugnatura, ruotarla e farla scattare
in posizione.
 Tirare o spingere la sega dall'impugnatura.
In caso di spedizione, utilizzare possibilmente
l'imballo originale.
Pericolo!
Prima di qualsiasi lavoro di manutenzione e
pulizia:
1.Spegnere l’utensile.
2.Attendere l'arresto della lama.
3.Estrarre la spina di alimentazione.
– In seguito ad eventuali interventi di
manutenzione e pulizia, tutti i dispositivi di
sicurezza devono essere rimessi in funzione e
controllati.
– Sostituire i componenti danneggiati, in
particolare i dispositivi di sicurezza, utilizzando
solamente ricambi originali, poiché eventuali
pezzi che non sono stati controllati ed omologati
dal produttore possono essere causa di danni
imprevisti.
10
10
9
9
40
8. Trasporto
13
8
39
9. Cura e manutenzione
41
Pagina: 49
ITALIANO
it
50
– Interventi di manutenzione o di riparazione più
complessi di quelli descritti nel presente
capitolo andranno effettuati esclusivamente da
tecnici specializzati.
Pericolo!
Se l'inserto del banco è danneggiato, piccoli
oggetti rischiano di incastrarsi tra l'inserto
stesso e la lama, bloccando quest'ultima.
Sostituire immediatamente gli inserti del
banco danneggiati!
9.1 Sostituzione della lama
Pericolo!
Subito dopo il taglio è possibile che la lama
sia estremamente calda – Pericolo di ustioni!
Lasciare che la lama surriscaldata si
raffreddi. Non utilizzare liquidi infiammabili
per pulire la lama.
Il pericolo di taglio sussiste anche quando la
lama è ferma. Sostituire la lama indossando i
guanti.
In fase di montaggio, osservare
assolutamente il senso di rotazione della
lama!
1. Sollevare completamente la lama della sega
con la manovella.
2. Rimuovere la calotta paratrucioli (7).
3. Inserire la chiave fissa (28) nell'apertura
dell'inserto del tavolo (4), quindi sollevare ed
estrarre quest'ultimo.
4. Allentare il dado di serraggio (43) della lama
con la chiave fissa (29) e al contempo
spostare la leva per il blocco della lama (42)
verso l'alto, finché non scatta in posizione.
5. Tenere saldamente la leva (42) e svitare i dadi
di serraggio (43) in senso orario.
6. Estrarre i dadi di serraggio (43), la flangia
esterna della lama (44) e la lama dal relativo
albero per la lama.
7. Pulire le superfici di fissaggio delle flange della
lama (44) e (45) della lama stessa.
Pericolo!
Non utilizzare prodotti detergenti (ad
esempio per eliminare residui di resina) che
possano risultare aggressivi per i
componenti in metallo leggero; la resistenza
della sega ne potrebbe altrimenti risultare
compromessa.
8. Spingere la flangia interna della lama (45)
sull'albero motore.
9. Introdurre la nuova lama (osservare il senso di
rotazione!).
Pericolo!
Utilizzare solamente lame le cui
caratteristiche siano conformi alle indicazioni
riportate nei Dati tecnici e alla Norma EN 847-
1 – qualora venissero utilizzate lame
inadeguate oppure danneggiate, a causa
della forza centrifuga, parti di queste lame
potrebbero essere scagliate lontano in modo
simile ad un'esplosione.
Non devono essere utilizzate:
– lame il cui massimo numero di giri con-
sentito sia inferiore al numero di giri a
vuoto nominale dell'albero della lama (ve-
dere “Dati tecnici”);
– lame realizzate in acciaio rapido altolega-
to (HS o HSS);
– lame con una larghezza di taglio minore o
il cui corpo abbia uno spessore maggiore
dello spessore del cuneo divisore.
– lame con danneggiamenti visibili;
– mole da taglio.
Pericolo!
– Montare la lama solamente con elementi
e/o accessori originali.
– Non utilizzare alcun anello riduttore sfu-
so, altrimenti la lama si potrebbe allenta-
re.
– Le lame devono essere montate in modo
tale da garantire una rotazione senza sbi-
lanciamenti e urti, e in modo che non si
possano allentare durante l'esercizio.
10.Spingere in posizione la flangia esterna della
lama (44).
11.Allentare i dadi di serraggio (43) (filettatura
sinistrorsa!). Allentare il dado di serraggio (43)
con la chiave fissa (29) e al contempo
spostare la leva per il blocco della lama (42)
verso l'alto, finché non scatta in posizione.
12.Tenere ferma la leva (42) e serrare
manualmente i dadi di serraggio in senso
antiorario.
Pericolo!
– Non montare prolunghe sugli attrezzi uti-
lizzati per serrare la lama.
– Non serrare la vite di bloccaggio asse-
stando colpi sull'attrezzo utilizzato.
13.Regolare il cuneo divisore in conformità alla
dimensione della lama (46).
(Per la regolazione del cuneo divisore vedere
par. 6.1)
14.Riapplicare l'inserto del banco (4)
premendolo.
15.Fissare la calotta paratrucioli (7).
9.2 Impostazione della limitazione della
battuta
1. Impostare l'arresto della limitazione
dell'inclinazione (20) per l'estensione angolare
su 0° / 45°.
2. Bloccare l'angolo di inclinazione impostato per
mezzo della leva di bloccaggio (19).
3. Controllare l'angolo di inclinazione:
– 0° = ad angolo retto rispetto al banco sega
– 45° con quota angolare separata.
Qualora questi valori non venissero esattamente
raggiunti:
4. Allentare la vite con intaglio a croce (47) sul
rispettivo disco dell'eccentrico e regolare il
disco dell'eccentrico stesso finché l'angolo di
inclinazione rispetto al banco sega non
corrisponda, nelle posizioni finali, esattamente
a 0°
(= ad angolo retto) o a 45°.
5. Stringere nuovamente la vite con intaglio a
croce del disco dell'eccentrico.
6. In seguito alla regolazione effettuata per la
limitazione delle battute, se necessario
rettificare l'impostazione della scala ad angolo
sul lato anteriore.
Nota:
Per impostare la limitazione dell'inclinazione da -
1,5° fino a 46,5°, la relativa leva per la limitazione
della battuta deve essere estratta.
9.3 Conservazione della macchina
Pericolo!
Conservare l'utensile al di fuori della portata
dei bambini. Conservare l'utensile in modo
che non possa essere messo in funzione da
persone non autorizzate ed in modo che
nessuno possa ferirsi anche quando
l'utensile non è in movimento.
Attenzione!
Non conservare l'utensile senza protezione
all'aperto o in ambienti umidi.
9.4 Manutenzione
Pulizia della sega
 Rimuovere i trucioli e la polvere dai seguenti
componenti con l'ausilio di un aspirapolvere
oppure di una spazzola:
– elementi di guida per la regolazione della lama
– feritoie di ventilazione del motore
– carter di protezione della lama
– regolazione in altezza
– guida orientabile
Prima di mettere in funzione l'utensile
Controllo visivo per verificare che
– la distanza lama – cuneo divisore sia compresa
tra 3 e 8 mm.
– il cuneo divisore sia allineato con la lama.
Controllo visivo per verificare che il cavo di
alimentazione e la spina elettrica non siano
danneggiati, fare sostituire eventuali componenti
difettosi da un elettricista specializzato.
Ad ogni spegnimento
Verificare se l'arresto graduale della lama dura
più di 10 secondi; in caso di arresto graduale
prolungato fare sostituire il motore da un
elettricista specializzato.
42
43
44
45
46
47
20
19
45°
Pagina: 50
ITALIANO it
51
1 volta al mese (in caso di utilizzo
quotidiano)
Rimuovere i trucioli dalla sega con l'aspiratore
polveri oppure con un pennello; oliare
leggermente gli elementi di guida:
– asta filettata ed aste di guida per la regolazione
in altezza;
– segmenti orientabili.
Ogni 150 ore d'esercizio
Controllare tutti i raccordi filettati presenti,
all'occorrenza serrare.
In caso di necessità:
Regolare le boccole di guida delle gambe del
banco sega.
 Avvitare le viti a brugola (48)
in senso orario =
guida poco scorrevole.
 Avvitare le viti a brugola (48)
in senso antiorario =
guida scorrevole.
 Regolazione supplementare di precisione
mediante vite senza testa (49).
Regolare le boccole di guida del supporto gambe
anteriore:
 Avvitare le viti a brugola (50) in senso orario =
guida poco scorrevole.
 Svitare le viti a brugola (50) in senso antiorario =
guida scorrevole.
Regolare le boccole di guida del supporto gambe
posteriore:
 Avvitare le viti a brugola (51) in senso orario =
guida poco scorrevole.
 Svitare le viti a brugola (51) in senso antiorario =
guida scorrevole.
Serrare in modo uniforme tutte le viti a
brugola.
 Prima di eseguire il taglio del materiale,
effettuare alcuni tagli di prova su residui di
materiale adatti.
 Collocare sempre il pezzo in lavorazione sul
banco sega in modo che non possa ribaltarsi né
traballare (ad esempio nel caso di una tavola
bombata, la parte con la curvatura deve essere
rivolta verso l'alto).
 Per eseguire un taglio razionale di pezzi della
stessa lunghezza, utilizzare la battuta per
lunghezza.
 Mantenere pulite le superfici d'appoggio del
banco sega.
Pericolo!
Prima di eliminare qualunque anomalia:
1.Spegnere l’utensile.
2.Estrarre la spina di alimentazione.
3.Attendere l'arresto della lama.
In seguito all'eliminazione di ogni anomalia,
tutti i dispositivi di sicurezza devono essere
rimessi in funzione e controllati.
Il motore non gira
La protezione contro il riavviamento della
macchina è scattata. Se la spina viene inserita
con l'utensile in funzione o viene ripristinata la
corrente dopo un'interruzione, l'utensile non si
riavvia:
 Spegnere e riaccendere la macchina.
Tensione di rete assente:
 Controllare cavi, connettori, prese e
fusibili.
Motore surriscaldato, ad esempio a causa di una
lama non affilata o di accumulo di trucioli
nell'alloggiamento:
 Eliminare la causa del surriscaldamento ed
attendere alcuni minuti che l'utensile si raffreddi.
A questo punto rimettere nuovamente in
funzione l'utensile.
Il numero di giri non viene raggiunto
Protezione contro il sovraccarico: il numero di giri
sotto carico diminuisce
CONSIDEREVOLMENTE:
 La temperatura del motore è troppo elevata!
Fare funzionare la macchina a vuoto fino a
quando non si sia raffreddata.
Protezione contro il sovraccarico: il numero di giri
sotto carico diminuisce LIEVEMENTE:
 La macchina è sovraccarica. Proseguire con il
lavoro riducendo il carico.
Il numero massimo di giri indicato non viene
raggiunto - Il motore non riceve una sufficiente
tensione di rete:
 Utilizzare linee di alimentazione più brevi
oppure linee di alimentazione con una maggiore
sezione trasversale
( 1,5 mm2
).
 Fare controllare l'alimentazione di corrente da
un elettricista specializzato.
Le prestazioni della sega diminuiscono
Lama della sega non affilata (la lama presenta
eventualmente macchie da bruciatura sul lato):
 Sostituire la lama (vedere capitolo 9.
Manutenzione).
Espulsione trucioli occlusa
Nessun impianto di aspirazione collegato oppure
potenza di aspirazione insufficiente:
 Collegare l'impianto di aspirazione oppure
incrementare la potenza di aspirazione (velocità
dell'aria  20 m/sec nel tubo di aspirazione).
Utilizzare solo accessori originali Metabo.
Utilizzare esclusivamente accessori conformi ai
requisiti e ai parametri riportati nelle presenti
istruzioni per l'uso.
Lama per sega circolare Precision Cut, n° ordine:
6.28062
– Vastissima gamma d'impiego nella lavorazione
del legno
– Per risultati di taglio ottimi e puliti nei tagli
longitudinali e obliqui in legno tenero e duro
Lama per sega circolare Multi Cut, n° ordine:
6.28063
– Impiego universale con materiali impegnativi
– Ideale per numerose applicazioni nella
ristrutturazione di interni
– Risultati perfetti anche in tagli obliqui nel legno
massello, in pannelli truciolari grezzi, rivestiti o
impiallacciati, MDF
– Per le massime esigenze sulla qualità del taglio,
ad es. laminati, materiali sintetici, profilati sottili
in alluminio, rame e ottone
Il programma completo degli accessori è
disponibile all’indirizzo www.metabo.com oppure
nel catalogo.
Pericolo!
Per ragioni di sicurezza, le eventuali
riparazioni degli utensili elettrici possono
essere eseguite esclusivamente da tecnici/
elettricisti specializzati, utilizzando pezzi di
ricambio originali!
Nel caso di utensili Metabo che necessitino di
riparazioni rivolgersi al proprio rappresentante
Metabo di zona. Per i relativi indirizzi, consultare il
sito www.metabo.com.
Gli elenchi delle parti di ricambio possono essere
scaricati dal sito www.metabo.com.
Attenersi alle norme nazionali riguardo allo
smaltimento eco-compatibile e al riciclaggio di
macchine fuori servizio, confezioni ed accessori.
Solo per i Paesi UE: non smaltire gli utensili
elettrici con i rifiuti domestici! Secondo la
Direttiva europea 2002/96/CE sugli utensili
elettrici ed elettronici usati e l'applicazione nel
diritto nazionale, gli utensili elettrici usati devono
essere smaltiti separatamente e sottoposti ad un
sistema di riciclaggio ecologico.
Per le spiegazioni relative ai dati, vedi pagina 3.
Dati i continui miglioramenti tecnologici, ci
riserviamo il diritto di apportare modifiche senza
preavviso.
U =tensione di rete
P1 =assorbimento nominale di potenza
P2 =potenza erogata
I =corrente nominale
F =protezione min.
IP =classe di protezione
n0 =numero di giri a vuoto
v0 =max. velocità di taglio
W =spessore del cuneo divisore
D =diametro della lama (esterno)
d =foro della lama (interno)
b =ampiezza di taglio
a =spessore max. del corpo base della lama
T90° =altezza di taglio con lama verticale
T45° =altezza di taglio con inclinazione lama
45°
Sx° =campo di inclinazione della lama
Lp =ampiezza di taglio max. con guida
parallela
LW =ampiezza di taglio trasversale max. con
guida angolare
A1 =dimensioni senza montante macchina
(LxPxH)
A2 =dimensioni con montante macchina
(LxPxH)
SL =lunghezza banco sega
SB =larghezza banco sega
m =peso macchina
~ Corrente alternata
49
48
50
51
10. Suggerimenti pratici
11. Problemi e anomalie
12. Accessori
13. Riparazione
14. Tutela dell'ambiente
15. Dati tecnici
Pagina: 51
ITALIANO
it
52
I suddetti dati tecnici sono condizionati dalle
tolleranze (corrispondono ai rispettivi standard
validi).
Valori di emissione
Tali valori consentono di stimare le emissioni
dell'utensile elettrico e di raffrontarle con altri
utensili elettrici. In base alle condizioni d'impiego,
allo stato dell'utensile elettrico o degli accessori, il
carico effettivo potrà risultare superiore o inferiore.
Ai fini di una corretta stima, considerare le pause di
lavoro e le fasi di carico ridotto. Basandosi su valori
stimati e opportunamente adattati, stabilire misure
di sicurezza per l'utilizzatore, ad es. di carattere
organizzativo.
Livello sonoro classe A tipico:
LpA =livello di pressione acustica
LWA =livello di potenza acustica
KpA, KWA= incertezza
Indossare protezioni acustiche!

Domande e risposte

Non ci sono ancora domande circa il Metabo TS 216

Chiedi informazioni sul Metabo TS 216

Hai una domanda sul Metabo TS 216 ma non riesci a trovare una risposta nel manuale dell'utente? Probabilmente gli utenti di ManualsCat.com potranno aiutarti a rispondere alla tua domanda. Completando il seguente modulo, la tua domanda apparirà sotto al manuale del Metabo TS 216. Assicurati di descrivere il problema riscontrato con il Metabo TS 216 nel modo più preciso possibile. Quanto più è precisa la tua domanda, maggiori sono le possibilità di ricevere rapidamente una risposta da parte di un altro utente. Riceverai automaticamente una e-mail per informarti che qualcuno ha risposto alla tua domanda.