Manuale di Bosch PSB 780-2 RE

Visualizza di seguito un manuale del Bosch PSB 780-2 RE. Tutti i manuali su ManualsCat.com possono essere visualizzati gratuitamente. Tramite il pulsante "Seleziona una lingua", puoi scegliere la lingua in cui desideri visualizzare il manuale.

  • Marca: Bosch
  • Prodotto: Trapani
  • Modello/nome: PSB 780-2 RE
  • Tipo di file: PDF
  • Lingue disponibili: , , , , , , , , , , , ,

Sommario

Pagina: 50
Italiano | 51
2 609 002 333 • 4.6.07
Avvertenze generali di peri-
colo per elettroutensili
Leggere tutte le avvertenze di
pericolo e le istruzioni opera-
tive. In caso di mancato rispetto delle avvertenze di peri-
colo e delle istruzioni operative si potrà creare il pericolo
di scosse elettriche, incendi e/o incidenti gravi.
Conservare tutte le avvertenze di pericolo e le
istruzioni operative per ogni esigenza futura.
Il termine «elettroutensile» utilizzato nelle avvertenze di
pericolo si riferisce ad utensili elettrici alimentati dalla
rete (con linea di allacciamento) ed ad utensili elettrici ali-
mentati a batteria (senza linea di allacciamento).
1) Sicurezza della postazione di lavoro
a) Tenere la postazione di lavoro sempre
pulita e ben illuminata. Il disordine oppure
zone della postazione di lavoro non illuminate
possono essere causa di incidenti.
b) Evitare d’impiegare l’elettroutensile in
ambienti soggetti al rischio di esplosioni
nei quali si abbia presenza di liquidi, gas o
polveri infiammabili. Gli elettroutensili produ-
cono scintille che possono far infiammare la pol-
vere o i gas.
c) Tenere lontani i bambini ed altre persone
durante l’impiego dell’elettroutensile.
Eventuali distrazioni potranno comportare la per-
dita del controllo sull’elettroutensile.
2) Sicurezza elettrica
a) La spina di allacciamento alla rete
dell’elettroutensile deve essere adatta alla
presa. Evitare assolutamente di apportare
modifiche alla spina. Non impiegare spine
adattatrici assieme ad elettroutensili
dotati di collegamento a terra. Le spine non
modificate e le prese adatte allo scopo riducono
il rischio di scosse elettriche.
b) Evitare il contatto fisico con superfici col-
legate a terra, come tubi, riscaldamenti,
cucine elettriche e frigoriferi. Sussiste un
maggior rischio di scosse elettriche nel
momento in cui il corpo è messo a massa.
c) Custodire l’elettroutensile al riparo dalla
pioggia o dall’umidità. La penetrazione
dell’acqua in un elettroutensile aumenta il rischio
di una scossa elettrica.
d) Non usare il cavo per scopi diversi da quelli
previsti ed, in particolare, non usarlo per
trasportare o per appendere l’elettrouten-
sile oppure per estrarre la spina dalla
presa di corrente. Non avvicinare il cavo a
fonti di calore, olio, spigoli taglienti e nep-
pure a parti della macchina che siano in
movimento. I cavi danneggiati o aggrovigliati
aumentano il rischio d’insorgenza di scosse elet-
triche.
e) Qualora si voglia usare l’elettroutensile
all’aperto, impiegare solo ed esclusiva-
mente cavi di prolunga che siano adatti per
l’impiego all’esterno. L’uso di un cavo di pro-
lunga omologato per l’impiego all’esterno riduce
il rischio d’insorgenza di scosse elettriche.
f) Qualora non fosse possibile evitare di uti-
lizzare l’elettroutensile in ambiente
umido, utilizzare un interruttore di sicu-
rezza. L’uso di un interruttore di sicurezza
riduce il rischio di una scossa elettrica.
3) Sicurezza delle persone
a) È importante concentrarsi su ciò che si sta
facendo e maneggiare con giudizio l’elet-
troutensile durante le operazioni di lavoro.
Non utilizzare mai l’elettroutensile in caso
di stanchezza oppure quando ci si trovi
sotto l’effetto di droghe, bevande alcoliche
e medicinali. Un attimo di distrazione durante
l’uso dell’elettroutensile può essere causa di
gravi incidenti.
b) Indossare sempre equipaggiamento pro-
tettivo individuale, nonché guanti protet-
tivi. Indossando abbigliamento di protezione
personale come la maschera per polveri, scarpe
di sicurezza che non scivolino, elmetto di prote-
zione oppure protezione acustica a seconda del
tipo e dell’applicazione dell’elettroutensile, si
riduce il rischio di incidenti.
c) Evitare l’accensione involontaria dell’elet-
troutensile. Prima di collegarlo alla rete di
alimentazione elettrica e/o alla batteria
ricaricabile, prima di prenderlo oppure
prima di iniziare a trasportarlo, assicurarsi
che l’elettroutensile sia spento. Tenendo il
dito sopra l’interruttore mentre si trasporta l’elet-
troutensile oppure collegandolo all’alimenta-
zione di corrente con l’interruttore inserito, si
vengono a creare situazioni pericolose in cui
possono verificarsi seri incidenti.
d) Prima di accendere l’elettroutensile
togliere gli attrezzi di regolazione o la
chiave inglese. Un accessorio oppure una
chiave che si trovi in una parte rotante della mac-
china può provocare seri incidenti.
e) Evitare una posizione anomala del corpo.
Avere cura di mettersi in posizione sicura e
di mantenere l’equilibrio in ogni situa-
zione. In questo modo è possibile controllare
meglio l’elettroutensile in caso di situazioni ina-
spettate.
f) Indossare vestiti adeguati. Non indossare
vestiti larghi, né portare bracciali e cate-
nine. Tenere i capelli, i vestiti ed i guanti
lontani da pezzi in movimento. Vestiti lenti,
gioielli o capelli lunghi potranno impigliarsi in
pezzi in movimento.
AVVERTENZA
Pagina: 51
52 | Italiano 2 609 002 333 • 4.6.07
g) In caso fosse previsto il montaggio di
dispositivi di aspirazione della polvere e di
raccolta, assicurarsi che gli stessi siano
collegati e che vengano utilizzati corretta-
mente. L’utilizzo di un’aspirazione polvere può
ridurre lo svilupparsi di situazioni pericolose
dovute alla polvere.
4) Trattamento accurato ed uso corretto degli
elettroutensili
a) Non sottoporre la macchina a sovracca-
rico. Per il proprio lavoro, utilizzare esclu-
sivamente l’elettroutensile esplicitamente
previsto per il caso. Con un elettroutensile
adatto si lavora in modo migliore e più sicuro
nell’ambito della sua potenza di prestazione.
b) Non utilizzare mai elettroutensili con inter-
ruttori difettosi. Un elettroutensile con l’inter-
ruttore rotto è pericoloso e deve essere
aggiustato.
c) Prima di procedere ad operazioni di rego-
lazione sulla macchina, prima di sostituire
parti accessorie oppure prima di posare la
macchina al termine di un lavoro, estrarre
sempre la spina dalla presa della corrente
e/o estrarre la batteria ricaricabile. Tale
precauzione eviterà che l’elettroutensile possa
essere messo in funzione involontariamente.
d) Quando gli elettroutensili non vengono
utilizzati, conservarli al di fuori del raggio
di accesso di bambini. Non fare usare
l’elettroutensile a persone che non siano
abituate ad usarlo o che non abbiano letto
le presenti istruzioni. Gli elettroutensili sono
macchine pericolose quando vengono utilizzati
da persone non dotate di sufficiente esperienza.
e) Eseguire la manutenzione dell’elettrou-
tensile operando con la dovuta diligenza.
Accertarsi che le parti mobili della mac-
china funzionino perfettamente, che non
s’inceppino e che non ci siano pezzi rotti o
danneggiati al punto da limitare la fun-
zione dell’elettroutensile stesso. Prima di
iniziare l’impiego, far riparare le parti dan-
neggiate. Numerosi incidenti vengono causati
da elettroutensili la cui manutenzione è stata
effettuata poco accuratamente.
f) Mantenere gli utensili da taglio sempre
affilati e puliti. Gli utensili da taglio curati con
particolare attenzione e con taglienti affilati
s’inceppano meno frequentemente e sono più
facili da condurre.
g) Utilizzare l’elettroutensile, gli accessori
opzionali, gli utensili per applicazioni spe-
cifiche ecc., sempre attenendosi alle pre-
senti istruzioni. Così facendo, tenere
sempre presente le condizioni di lavoro e
le operazioni da eseguire. L’impiego di elet-
troutensili per usi diversi da quelli consentiti
potrà dar luogo a situazioni di pericolo.
5) Assistenza
a) Fare riparare l’elettroutensile solo ed
esclusivamente da personale specializ-
zato e solo impiegando pezzi di ricambio
originali. In tale maniera potrà essere salva-
guardata la sicurezza dell’elettroutensile.
Istruzioni di sicurezza
specifiche per la macchina
f Indossare cuffie di protezione quando si uti-
lizzano trapani battenti. L’effetto del rumore può
provocare la perdita dell’udito.
f Utilizzare le impugnature supplementari for-
nite insieme all’elettroutensile. La perdita di
controllo sull’elettroutensile può comportare il peri-
colo di incidenti.
f Al fine di rilevare linee di alimentazione
nascoste, utilizzare adatte apparecchiature di
ricerca oppure rivolgersi alla locale società
erogatrice. Un contatto con linee elettriche può
provocare lo sviluppo di incendi e di scosse elettri-
che. Danneggiando linee del gas si può creare il
pericolo di esplosioni. Penetrando una tubazione
dell’acqua si provocano seri danni materiali.
f Spegnere immediatamente l’elettroutensile
quando l’utensile accessorio si blocca. Aspet-
tarsi sempre alti momenti di reazione che
possono provocare un contraccolpo. L’utensile
accessorio si blocca quando:
– l’elettroutensile è sottoposto a sovraccarico
oppure
– prende angolature improprie nel pezzo in lavora-
zione.
f Quando si eseguono lavori in cui vi è pericolo
che l’accessorio impiegato possa arrivare a
toccare cavi elettrici nascosti oppure anche il
cavo elettrico della macchina stessa, tenere
l’elettroutensile afferrandolo sempre alle
superfici di impugnatura isolate. Un contatto
con un cavo elettrico mette sotto tensione anche le
parti in metallo dell’elettroutensile e provoca quindi
una scossa elettrica.
f Durante le operazioni di lavoro è necessario
tenere l’elettroutensile sempre con entrambe
le mani ed adottare una posizione di lavoro
sicura. Utilizzare con sicurezza l’elettroutensile
tenendolo sempre con entrambe le mani.
f Assicurare il pezzo in lavorazione. Un pezzo in
lavorazione può essere bloccato con sicurezza in
posizione solo utilizzando un apposito dispositivo di
serraggio oppure una morsa a vite e non tenendolo
con la semplice mano.
f Non lavorare mai materiali contenenti
amianto. L’amianto è ritenuto materiale cancero-
geno.
Pagina: 52
Italiano | 53
2 609 002 333 • 4.6.07
f Prendere dei provvedimenti appropriati in
caso che durante il lavoro dovessero svilup-
parsi polveri dannose per la salute, infiamma-
bili oppure esplosive. Ad esempio: Alcune
polveri sono considerate cancerogene. Portare una
maschera di protezione contro la polvere ed utiliz-
zare, se collegabile, un sistema di aspirazione pol-
vere/aspirazione trucioli.
f Mantenere pulita la propria zona di lavoro.
Miscele di materiali di diverso tipo possono risultare
particolarmente pericolose. La polvere di metalli
leggeri può essere infiammabile ed esplosiva.
f Prima di posare l’elettroutensile, attendere
sempre fino a quando si sarà fermato comple-
tamente. L’accessorio può incepparsi e compor-
tare la perdita di controllo dell’elettroutensile.
f Mai utilizzare l’elettroutensile con un cavo
danneggiato. Non toccare il cavo danneggiato
ed estrarre la spina di rete in caso che si
dovesse danneggiare il cavo mentre si lavora.
Cavi danneggiati aumentano il rischio di una scossa
di corrente elettrica.
Descrizione del
funzionamento
Leggere tutte le avvertenze di peri-
colo e le istruzioni operative. In caso
di mancato rispetto delle avvertenze di
pericolo e delle istruzioni operative si
potrà creare il pericolo di scosse elettri-
che, incendi e/o incidenti gravi.
Uso conforme alle norme
La macchina è idonea per l’esecuzione di forature bat-
tenti in mattoni, nel calcestruzzo e nel materiale mine-
rale; essa è adatta anche per forare ed avvitare nel
legname, nel metallo, nella ceramica e nelle materie pla-
stiche. Macchine con regolazione elettronica e funzion-
amento reversibile sono adatte anche per avvitare e per
tagliare filettature.
Componenti illustrati
La numerazione dei componenti illustrati si riferisce
all’illustrazione dell’elettroutensile che si trova sulla
pagina con la rappresentazione grafica.
1 Mandrino autoserrante
2 Selettore «Foratura/Foratura battente»
3 Spia della direzione di marcia rotazione destrorsa
(PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA)
4 Spia della direzione di marcia rotazione sinistrorsa
(PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA)
5 Spia stand-by (PSB 1000-2 RCE/
PSB 1000-2 RCA)
6 Spia per protezione contro il sovraccarico
(PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA)
7 Rotellina di regolazione «Speed Control»
(PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA)
8 Tasto di bloccaggio per interruttore avvio/arresto
9 Interruttore di avvio/arresto
10 Commutatore del senso di rotazione
11 Commutatore di marcia
12 Impugnatura supplementare con attacco per
dispositivo di aspirazione*
13 Anello di regolazione per battuta di profondità*
14 Guida telescopica*
15 Tasti di sbloccaggio per il contenitore per la
polvere*
16 Contenitore per la polvere*
17 Anello antipolvere*
18 Adattatore per attacco al trapano battente*
19 Vite ad alette per la regolazione dell’impugnatura
supplementare
20 Chiusura per contenitore per la polvere*
21 Elemento filtrante (micro filtersystem)*
22 Tasto per la regolazione dell’asta di profondità
23 Impugnatura supplementare*
24 Asta di profondità*
25 Boccola anteriore
26 Boccola posteriore
27 Bit cacciavite*
28 Portabit universale*
29 Chiave a brugola**
30 Rotellina di selezione numero giri (PSB 700-2 RE/
PSB 780-2 RE/PSB 800-2 RA)
31 Spia della direzione di marcia rotazione destrorsa
(PSB 700-2 RE/PSB 780-2 RE/PSB 800-2 RA)
32 Spia della direzione di marcia rotazione sinistrorsa
(PSB 700-2 RE/PSB 780-2 RE/PSB 800-2 RA)
*L’accessorio illustrato o descritto nelle istruzioni per
l’uso non è compreso nella fornitura standard.
**disponibili in commercio (non compreso nel volume di
fornitura)
Informazioni sulla rumorosità e sulla
vibrazione
Valori misurati conformemente alla norma EN 60745.
Il livello di pressione acustica stimato A della macchina
ammonta a dB(A): livello di rumorosità 97 dB(A); livello
di potenza acustica 108 dB(A). Incertezza della misura
K=3 dB.
Usare la protezione acustica!
Valori totali delle oscillazioni (somma di vettori in tre
direzioni) misurati conformemente alla norma
EN 60745:
Foratura nel metallo: Valore di emissione dell’oscilla-
zione ah =3,7 m/s2
, Incertezza della misura
K =1,5 m/s2
,
Pagina: 53
54 | Italiano 2 609 002 333 • 4.6.07
Foratura a percussione nel calcestruzzo: Valore di
emissione dell’oscillazione ah =21 m/s2
, Incertezza
della misura K=2,3 m/s2
,
Avvitatura: Valore di emissione dell’oscillazione
ah <2,5 m/s2
, Incertezza della misura K =1,5 m/s2
.
Il livello di oscillazione indicato
nelle presenti istruzioni è stato rile-
vato seguendo una procedura di misurazione conforme
alla norma EN 60745 e può essere dunque utilizzato per
il confronto fra macchine.
Il livello di oscillazione è soggetto a cambiamenti a
seconda di come si usa l’elettroutensile e può in alcuni
casi arrivare a livelli che vanno oltre quello riportato nelle
presenti istruzioni. Il carico dell’oscillazione potrebbe
essere sottovalutato se l’elettroutensile dovesse essere
utilizzato regolarmente in questo modo.
Nota bene: Per una valutazione precisa del carico
dell’oscillazione nel corso di un determinato periodo di
tempo operativo bisognerebbe considerare anche i
tempi in cui la macchina è spenta oppure è accesa ma
non viene utilizzata effettivamente. Ciò può ridurre chia-
ramente il carico dell’oscillazione in relazione al com-
pleto periodo operativo.
Dichiarazione di conformità
Assumendone la piena responsabilità, dichiariamo che
il prodotto descritto nei «Dati tecnici» è conforme alle
seguenti normative ed ai relativi documenti: EN 60745
in base alle prescrizioni delle direttive 89/336/EWG,
98/37/EG (fino al 28.12.2009), 2006/42/EG (a partire
dal 29.12.2009).
20.11.2006, Robert Bosch GmbH, Power Tools Division
D-70745 Leinfelden-Echterdingen
Dati tecnici
AVVERTENZA
Dr. Egbert Schneider
Senior Vice President
Engineering
Dr. Eckerhard Strötgen
Head of Product
Certification
Trapano battente PSB 700-2 RE PSB 780-2 RE PSB 800-2 RA PSB 1000-2 RCA
PSB 1000-2 RCE
Codice prodotto 3 603 A72 5.. 3 603 A72 7.. 3 603 A72 7.. 3 603 A72 8..
Potenza nominale assorbita W 701 800 800 1010
Potenza resa W 360 420 420 530
Numero di giri a vuoto
– 1a
marcia
– 2a
marcia
min-1
min-1
0–800
0–2600
0–1100
0–2800
0–1100
0–2800
0–1100
0–2800
Frequenza colpi min-1
44200 47600 47600 47600
Coppia nominale
(1a
/2a
marcia/posizione «S») Nm 4,4/1,3/– 2,9/1,2/– 2,9/1,2/– 2,6/1,0/2,6
Momento torcente con max.
potenza resa
(1a
/2a
marcia/posizione «S») Nm 25/9/– 30/11/– 30/11/– 22*
/9*
/33
Preselezione del numero di giri z z z z
Rotazione destrorsa/sinistrorsa z z z z
Diametro del collare alberino mm 43 43 43 43
max. punta Ø (1a
/2a
marcia)
– Muratura
– Calcestruzzo
– Acciaio
– Legname
mm
mm
mm
mm
22/16
20/13
13/8
40/25
22/16
20/13
13/8
40/25
22/16
20/13
13/8
40/25
22/16
20/13
16/8
40/25
Diam. max. delle viti mm 8 10 10 12
Campo di serraggio del mandrino mm 1,5–13 1,5–13 1,5–13 1,5–13
Peso in funzione della
EPTA-Procedure 01/2003 kg 2,4 2,4 2,4 2,4
Classe di sicurezza /II /II /II /II
*
Disinserimento elettronico
Le caratteristiche si riferiscono a tensioni nominali [U] 230/240 V. In caso di tensioni minori ed in caso di modelli speciali a
seconda dei Paesi, le caratteristiche riportate possono essere divergenti.
Si prega di tenere presente il codice prodotto applicato sulla targhetta di costruzione del Vostro elettroutensile. Le descrizioni
commerciali di singoli elettroutensili possono variare.
Pagina: 54
Italiano | 55
2 609 002 333 • 4.6.07
Montaggio
Aspirazione polvere/aspirazione
trucioli
f Utilizzare il dispositivo di aspirazione sol-
tanto in caso di lavorazione di calcestruzzo,
mattone e materiale da costruzione. Trucioli di
legno oppure di materiale sintetico possono provo-
care facilmente intasamenti.
f Attenzione: Pericolo d’incendio! Quando il
dispositivo di aspirazione è montato non
lavorare materiali metallici. Trucioli metallici
troppo caldi possono far prendere fuoco il disposi-
tivo di aspirazione.
Per poter raggiungere un risultato ottimale di aspira-
zione, si prega di tenere presente le seguenti avver-
tenze:
• Accertarsi che il dispositivo di aspirazione aderisca
bene al pezzo in lavorazione oppure alla parete. In
questo modo si facilitano contemporaneamente
operazioni di foratura ad angolo retto.
• Quando si impiega il dispositivo di aspirazione, ope-
rare sempre al massimo del numero di giri.
• Una volta raggiunta la profondità della foratura
richiesta, estrarre prima la punta dal foro trapanato
e spegnere quindi il trapano battente.
• Controllare regolarmente lo stato dell’elemento fil-
trante 21. In caso di elemento filtrante difettoso,
sostituirlo immediatamente.
• In modo particolare quando si lavora con punte con
un grosso diametro è possibile che l’anello antipol-
vere 17 si consumi. In caso di difetto, sostituirlo.
Applicazione del dispositivo di aspirazione
(vedi figura A)
A seconda del modo operativo richiesto, posizionare
l’adattatore 18 fino alla battuta di arresto verso destra
(esercizio con mano destra) oppure verso sinistra
(esercizio con mano sinistra) e spingere la guida tele-
scopica 14 nel rispettivo attacco dell’impugnatura sup-
plementare 12.
Allentare la vite ad alette 19 ed applicare l’impugnatura
supplementare 12 con il dispositivo di aspirazione mon-
tato in modo tale sul collare alberino del trapano bat-
tente che l’adattatore 18 faccia presa nella rispettiva
apertura che si trova nella parte inferiore del mandrino
autoserrante. Avvitare forte la vite ad alette 19.
Pulizia del dispositivo di aspirazione
(vedi figura B)
Spingere la chiusura 20 verso l’alto oppure svuotare il
contenitore per la polvere 16, prima di posare il dispo-
sitivo di aspirazione.
Il contenitore per la polvere 16 basta per circa 40 fora-
ture con punte con un diametro da 6 mm.
Quando l’aspirazione diventa più debole oppure
quando il contenitore per la polvere 16 è riempito fino
a quasi la metà, si deve svuotare il contenitore per la
polvere 16. Premere a tal fine i tasti di sbloccaggio 15
e rimuovere il contenitore per la polvere 16.
Rimuovere l’elemento filtrante 21 dal contenitore per la
polvere 16 tirandolo verso il basso. Svuotare il conteni-
tore per la polvere 16 e pulirlo. Pulire l’elemento filtrante
21 dando dei colpi.
Controllare se l’elemento filtrante 21 abbia subito dei
danni e, se il caso, sostituirlo.
Inserire l’elemento filtrante 21 nel contenitore per la
polvere 16 ed applicare il contenitore per la polvere 16
prima nella parte inferiore del dispositivo di aspirazione
e ribaltarlo quindi fino a farlo bloccare nella parte supe-
riore.
Rimozione del dispositivo di aspirazione
Allentare la vite ad alette 19 e tirare l’impugnatura sup-
plementare 12 con il dispositivo di aspirazione montato
estraendolo dal collare alberino del trapano battente.
Ribaltare l’adattatore 18 fino alla battuta di arresto ed
estrarre la guida telescopica 14 dall’impugnatura sup-
plementare 12.
Impugnatura supplementare (Modelli
con l’aspirazione polvere)
f Impiegare l’elettroutensile in dotazione sol-
tanto con l’impugnatura supplementare 12.
L’impugnatura supplementare 12 può essere utilizzata
con o senza dispositivo di aspirazione montato. L’impu-
gnatura supplementare 12 può essere fissata in 2
diverse posizioni, vedere Capitolo «Applicazione del
dispositivo di aspirazione».
Regolazione della profondità di foratura
(vedi figura C)
Con il dispositivo di aspirazione montato è possibile
regolare la profondità della foratura «X».
Pagina: 55
56 | Italiano 2 609 002 333 • 4.6.07
Applicare una punta nel mandrino portapunta e serrare
la punta come da descrizione nel capitolo «Cambio
degli utensili». Ruotare l’anello di regolazione per la
battuta di profondità 13 verso il basso fino a quando
potrà essere spostata sulla guida telescopica 14.
Applicare l’elettroutensile ancora spento al margine
della superficie in cui si intende eseguire il foro e pre-
mere fino a fare uscire la punta dal dispositivo di aspi-
razione nella misura prevista per la profondità della
foratura «X». Spingere quindi l’anello di regolazione per
la battuta di profondità 13 all’impugnatura supplemen-
tare 12 e ruotare quindi l’anello di regolazione verso
l’alto per fissare la distanza in questo modo rilevata.
Impugnatura supplementare (Modelli
senza l’aspirazione polvere)
(vedi figure D–E)
f Utilizzare il Vostro elettroutensile soltanto
con l’impugnatura supplementare 23.
L’impugnatura supplementare 23 può essere spostata
liberamente e regolata in modo da permettere di pren-
dere una posizione di lavoro di assoluta maneggevo-
lezza.
PSB 700-2 RE (vedi figura D)
Per la regolazione dell’impugnatura supplementare 19
girare la vite ad alette in senso antiorario e spostare
l’impugnatura supplementare 23 sulla posizione richie-
sta. Una volta conclusa l’operazione, avvitare di nuovo
forte la vite ad alette 19 in senso orario.
PSB 780-2 RE/PSB 1000-2 RCE (vedere figura E)
Girare la maniglia inferiore dell’impugnatura supple-
mentare 23 in senso antiorario e spostare l’impugna-
tura supplementare 23 alla posizione richiesta. Avvitare
dunque la maniglia inferiore dell’impugnatura supple-
mentare 23 di nuovo bene in senso orario.
Regolazione della profondità di foratura
(vedi figure D–E)
Tramite l’asta di profondità 24 è possibile determinare
la profondità della foratura richiesta X.
Premere il pulsante per la regolazione dell’asta di pro-
fondità 22 ed applicare l’asta di profondità nell’impu-
gnatura supplementare 23.
La scanalatura all’asta di profondità 24 deve indicare
verso l’alto.
Estrarre l’asta di profondità fino a quando la distanza tra
l’estremità della punta e l’estremità della guida profon-
dità corrisponde alla richiesta profondità della foratura
X.
Cambio degli utensili
f Prima di qualunque intervento sull’elettrou-
tensile estrarre la spina di rete dalla presa.
Mandrino autoserrante
(PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA/
PSB 800-2 RA/PSB 780-2 RE) (vedere figura F)
Quando non si preme l’interruttore di avvio/arresto 9 il
mandrino autoserrante si blocca. Ciò permette di sosti-
tuire l’utensile accessorio nel mandrino autoserrante in
maniera veloce, comoda e semplice.
Aprire il mandrino autoserrante 1 ruotando nel senso di
rotazione n fino a quando l’utensile può essere inse-
rito. Inserire l’utensile.
Ruotare manualmente con forza la boccola del man-
drino autoserrante 1 nel senso di rotazione o fino a
quando non è più precettibile alcun rumore. In questo
modo il mandrino viene bloccato automaticamente.
Per sbloccarlo di nuovo quando si intende togliere
l’utensile accessorio, si gira la boccola anteriore in
senso contrario.
Mandrino autoserrante (PSB 700-2 RE)
(vedere figura G)
Tenere ferma saldamente la boccola posteriore 26 del
mandrino autoserrante 1 e ruotare la boccola anteriore
25 nel senso di rotazione n, fino a quando l’utensile
può essere inserito. Inserire l’utensile.
Tenere ferma saldamente la boccola posteriore 26 del
mandrino autoserrante 1 e chiudere manualmente con
forza la boccola anteriore 25 nel senso di rotazione o,
fino a quando non è più udibile alcun clic. In questo
modo il mandrino viene bloccato automaticamente.
Lo sblocco avviene quando, per togliere l’utensile, si
gira la boccola anteriore in senso contrario 25.
Accessori per avvitare (vedi figure H–I)
In caso di utilizzo di lame cacciavite 27 si deve ricorrere
sempre all’impiego di un portabit universale 28. Usare
esclusivamente bit cacciavite che siano adatti alla testa
della vite.
Per eseguire avvitature, mettere il selettore «Fora-
tura/Foratura battente» 2 sempre sul simbolo «Fora-
tura».
Sostituzione del mandrino
f Prima di qualunque intervento sull’elettrou-
tensile estrarre la spina di rete dalla presa.
Smontaggio del mandrino autoserrante
(vedi figura J)
Smontare l’impugnatura supplementare e posizionare il
commutatore di marcia 11 in posizione centrale tra 1a
e 2a marcia.
Per bloccare l’alberino filettato, infilare un perno in
acciaio Ø 4 mm con una lunghezza di ca. 50 mm nel
foro del collare alberino.
Inserire il gambo corto della chiave a brugola 29 ante-
riormente nel mandrino portapunta 1.
Pagina: 56
Italiano | 57
2 609 002 333 • 4.6.07
Posare l’elettroutensile su un basamento piano e resi-
stente, p.es. un banco di lavoro. Tenere saldamente
l’elettroutensile e sbloccare il mandrino autoserrante 1
girando la chiave per vite ad esagono cavo 29 nel
senso di rotazione n. In caso di mandrino autoserrante
bloccato è possibile sbloccarlo dando un leggero
colpo sul lungo gambo della chiave per vite ad esagono
cavo 29. Togliere la chiave per vite ad esagono cavo
dal mandrino autoserrante e svitare completamente il
mandrino autoserrante.
Montaggio del mandrino autoserrante
(vedi figura K)
Il montaggio del mandrino autoserrante avviene ese-
guendo inversamente le stesse operazioni.
Una volta terminata l’operazione di montaggio
del mandrino portapunta, estrarre di nuovo il
perno in acciaio dalla foratura.
Il mandrino portapunta deve essere stretto
con un momento di coppia pari a
50–55 Nm.
Uso
Messa in funzione
f Osservare la tensione di rete! La tensione
della rete deve corrispondere a quella indi-
cata sulla targhetta dell’elettroutensile. Gli
elettroutensili con l’indicazione di 230 V pos-
sono essere collegati anche alla rete di 220 V.
Spia stand-by (PSB 1000-2 RCE/
PSB 1000-2 RCA)
Quando la spina di collegamento alla rete è inserita e la
tensione di rete è disponibile, il display stand-by 5 si
accende. In caso che non sarà possibile avviare l’elet-
troutensile nonostante il display stand-by sia accesso,
consegnarlo presso un Centro per Assistenza Clienti
per Elettroutensili Bosch autorizzato.
Impostazione del senso di rotazione
(vedere figura L)
Con il commutatore del senso di rotazione 10 è possi-
bile modificare il senso di rotazione dell’elettroutensile.
Comunque, ciò non è possibile quando l’interruttore di
avvio/arresto 9 è premuto.
Rotazione destrorsa: Per forare ed avvitare viti, pre-
mere completamente il commutatore del senso di rota-
zione 10 verso destra fino alla battuta di arresto.
PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA: La spia della
direzione di marcia rotazione destrorsa 3 è accesa.
PSB 700-2 RE/PSB 780-2 RE/PSB 800-2 RA: La
spia della direzione di marcia rotazione destrorsa 31
indica il senso di rotazione selezionato.
Rotazione sinistrorsa: Per allentare oppure svitare
viti e madreviti, premere completamente il commutatore
del senso di rotazione 10 verso sinistra fino alla battuta
di arresto.
PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA: La spia della
direzione di marcia rotazione sinistrorsa 4 è accesa.
PSB 700-2 RE/PSB 780-2 RE/PSB 800-2 RA: La
spia della direzione di marcia rotazione sinistrorsa 32
visualizza il senso di rotazione scelto.
Regolazione del modo operativo
Foratura ed avvitatura
Mettere il selettore 2 sul simbolo «Foratura».
Foratura battente
Mettere il selettore 2 sul simbolo «Foratura
battente».
Il selettore 2 si incastra in maniera percepibile e può
essere attivato anche quando il motore è ancora in
moto.
Accendere/spegnere
Per accendere l’elettroutensile premere l’interruttore
di avvio/arresto 9 e tenerlo premuto.
Per fissare in posizione l’interruttore di avvio/arresto
premuto 9 premere il tasto di bloccaggio 8.
Per spegnere l’elettroutensile rilasciare di nuovo
l’interruttore di avvio/arresto 9 oppure se è bloccato
con il tasto di bloccaggio 8, premere brevemente
l’interruttore di avvio/arresto 9 e rilasciarlo di nuovo.
Commutazione meccanica di marcia
f Azionare il commutatore di marcia 11 solo
quando l’elettroutensile è fermo.
Con il commutatore di marcia 11 è possibile preselezio-
nare 2 campi di velocità.
Marcia I:
Bassa velocità; per lavori con grandi dia-
metri di foratura oppure per avvitare.
Marcia II:
Alta velocità; per lavori con piccolo dia-
metro di foratura.
PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA:
Posizione «S»:
Bassa velocità; per lavori con un alto
momento torcente, p. es. per lavori con
corona a punta cava oppure per avvita-
ture.
In caso non fosse possibile spostare il commutatore di
marcia 11 fino alla battuta, girare leggermente il man-
drino di trasmissione tramite la punta.
Pagina: 57
58 | Italiano 2 609 002 333 • 4.6.07
Protezione contro sovraccarichi
(PSB 1000-2 RCE/PSB 1000-2 RCA)
f La trasmissione all’alberino filettato si blocca
se l’accessorio si inceppa oppure resta bloc-
cato. Per via delle rilevanti forze che si svilup-
pano mentre si opera in questo modo,
afferrare sempre l’elettroutensile con
entrambe le mani ed assicurarsi una sicura
posizione operativa.
La spia per protezione contro il sovraccarico 6 lampeg-
gia quando l’elettroutensile è sottoposto ad un carico
troppo eccessivo. Ridurre il carico per poter continuare
a lavorare.
In caso di sovraccarico l’elettroutensile si spegne e la
spia per protezione contro il sovraccarico 6 è costante-
mente accesa. Rilasciare l’interruttore avvio/arresto 9 e
riaccendere l’elettroutensile per continuare a lavorare.
La spia per la protezione contro il sovraccarico 6 resta
costantemente accesa quando il commutatore di mar-
cia 11 si trova in posizione «S».
f La protezione contro il sovraccarico è disabi-
litata quando il commutatore di marcia 11 si
trova in posizione «S». Quando l’utensile
accessorio resta bloccato aspettarsi sempre
coppie di reazione elevate.
In seguito a lunghe operazioni di lavoro a bassa velo-
cità, per farlo raffreddare, lasciar ruotare l’elettrouten-
sile in funzionamento a vuoto per ca. 3 minuti alla
massima velocità.
Regolazione della velocità/frequenza colpi
È possibile regolare a variazione continua la velo-
cità/frequenza di colpi dell’elettroutensile in funzione
operando con la pressione che si esercita sull’interrut-
tore avvio/arresto 9.
Esercitando una leggera pressione sull’interruttore di
avvio/arresto 9 si ha una riduzione della velo-
cità/numero frequenza colpi. Aumentando la pressione
si aumenta la velocità/numero frequenza colpi.
Preselezione della velocità/frequenza colpi
(vedere figura M)
(PSB 700-2 RE/PSB 780-2 RE/PSB 800-2 RA)
Tramite la rotellina per la selezione del numero di giri 30
è possibile preselezionare la richiesta velocità/fre-
quenza colpi anche durante la fase di funzionamento.
La velocità/frequenza colpi richiesta dipende dal tipo di
materiale in lavorazione e dalle specifiche condizioni
operative e può essere dunque determinata a seconda
del caso eseguendo delle prove pratiche.
Preselezione elettronica del numero di giri
(Speed Control) (PSB 1000-2 RCE/
PSB 1000-2 RCA)
Tramite la rotellina «Speed Control» 7 è possibile rego-
lare il numero di giri/frequenza dei colpi richiesta anche
durante la fase di funzionamento.
La velocità/frequenza colpi richiesta dipende dal tipo di
materiale in lavorazione e dalle specifiche condizioni
operative e può essere dunque determinata a seconda
del caso eseguendo delle prove pratiche.
I:
Per lavorare con una velocità ridotta.
II:
Per lavorare con una velocità media.
III:
Per lavorare con una velocità alta.
Per lavorare con la velocità massima.
Indicazioni operative
f Applicare l’elettroutensile sul dado/vite solo
quando è spento. Utensili accessori in rotazione
possono scivolare.
Suggerimenti
In seguito a lunghe operazioni di lavoro a bassa velo-
cità, per farlo raffreddare, lasciar ruotare l’elettrouten-
sile in funzionamento a vuoto per ca. 3 minuti alla
massima velocità.
Per forare piastrelle, mettere il selettore 2 sul simbolo
«Foratura». Dopo aver terminato la foratura della pia-
strella, mettere il selettore sul simbolo «foratura bat-
tente» e continuare a lavorare nel modo operativo
battente.
In caso di lavorazione del calcestruzzo, di materiali
minerali e di muratura utilizzare punte in metallo duro.
Per forature nel metallo impiegare solo punte HSS per-
fettamente affilate (HSS = acciaio superrapido). Una
rispettiva qualità viene garantita dal programma acces-
sori Bosch.
Con l’apparecchio per l’affilatura delle punte (accesso-
rio opzionale) è possibile affilare senza fatica punte spi-
rali con un diametro pari a 2,5–10 mm.
Pagina: 58
Italiano | 59
2 609 002 333 • 4.6.07
Manutenzione ed assistenza
Manutenzione e pulizia
f Prima di qualunque intervento sull’elettrou-
tensile estrarre la spina di rete dalla presa.
f Per poter garantire buone e sicure operazioni
di lavoro, tenere sempre puliti l’elettrouten-
sile e le prese di ventilazione.
Se nonostante gli accurati procedimenti di produzione
e di controllo l’elettroutensile dovesse guastarsi, la ripa-
razione va fatta effettuare da un punto di assistenza
autorizzato per gli elettroutensili Bosch.
In caso di richieste o di ordinazione di pezzi di ricambio,
comunicare sempre il codice prodotto a 10 cifre ripor-
tato sulla targhetta di fabbricazione dell’elettroutensile!
Servizio di assistenza ed assistenza
clienti
Il servizio di assistenza risponde alle Vostre domande
relative alla riparazione ed alla manutenzione del Vostro
prodotto nonché concernenti le parti di ricambio. Dise-
gni in vista esplosa ed informazioni relative alle parti di
ricambio sono consultabili anche sul sito:
www.bosch-pt.com
Il team assistenza clienti Bosch è a Vostra disposizione
per rispondere alle domande relative all’acquisto,
impiego e regolazione di apparecchi ed accessori.
Italia
Robert Bosch S.p.A.
Via Giovanni da Udine 15
20156 Milano
Tel.: +39 (02) 36 96 26 63
Fax: +39 (02) 36 96 26 62
Tel.: Filo diretto con Bosch: +39 (02) 36 96 23 14
www.Bosch.it
Svizzera
Tel.: +41 (044) 8 47 15 13
Fax: +41 (044) 8 47 15 53
Smaltimento
Avviare ad un riciclaggio rispettoso dell’ambiente gli
imballaggi, gli elettroutensili e gli accessori dismessi.
Solo per i Paesi della CE:
Non gettare elettroutensili dismessi tra i
rifiuti domestici!
Conformemente alla norma della diret-
tiva CE 2002/96 sui rifiuti di apparec-
chiature elettriche ed elettroniche
(RAEE) ed all’attuazione del recepi-
mento nel diritto nazionale, gli elettroutensili diventati
inservibili devono essere raccolti separatamente ed
essere inviati ad una riutilizzazione ecologica.
Con ogni riserva di modifiche tecniche.

Domande e risposte

Non ci sono ancora domande circa il Bosch PSB 780-2 RE

Chiedi informazioni sul Bosch PSB 780-2 RE

Hai una domanda sul Bosch PSB 780-2 RE ma non riesci a trovare una risposta nel manuale dell'utente? Probabilmente gli utenti di ManualsCat.com potranno aiutarti a rispondere alla tua domanda. Completando il seguente modulo, la tua domanda apparirà sotto al manuale del Bosch PSB 780-2 RE. Assicurati di descrivere il problema riscontrato con il Bosch PSB 780-2 RE nel modo più preciso possibile. Quanto più è precisa la tua domanda, maggiori sono le possibilità di ricevere rapidamente una risposta da parte di un altro utente. Riceverai automaticamente una e-mail per informarti che qualcuno ha risposto alla tua domanda.