Manuale di Bosch DID09T950

Visualizza di seguito un manuale del Bosch DID09T950. Tutti i manuali su ManualsCat.com possono essere visualizzati gratuitamente. Tramite il pulsante "Seleziona una lingua", puoi scegliere la lingua in cui desideri visualizzare il manuale.

  • Marca: Bosch
  • Prodotto: Cappe
  • Modello/nome: DID09T950
  • Tipo di file: PDF
  • Lingue disponibili: , , , , , , , , , ,

Sommario

Pagina: 1
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
2
de Seite 3-12
en page 13-22
fr page 23-32
nl pagina 33-42
it pagina 43-52
es página 53-62
pt página 63-72
sv sid 73-82
no side 83-92
fi sivu 93-102
da side 103-112
pl strony 113-122
Pagina: 42
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
43
Prima di leggere si prega di aprire le
pagine con le illustrazioni.
Avvertenze importanti
Gli apparecchi dismessi sono rifiuti
senza valore.
Attraverso lo smaltimento ecologico
possono essere recuperati materiali
pregiati.
Rendere insevibile l’apparecchio dimesso
prima di rottamarlo.
L’imballaggio ha protetto il Vostro
nuovo apparecchio fino a Voi. Tutti i
materiali utilizzati sono compatibili con
l’ambiente e riciclabili. Siete pregati di
collaborare, smaltendo l’imballaggio in
modo ecologicamente corretto.
Informatevi sulle attuali possibilità di
smaltimento presso il Vostro rivenditore
specializzato, oppure presso la Vostra
amministrazione comunale.
La cappa aspirante può essere
utilizzata per il funzionamento ad
espulsione d’aria.
Montare la cappa aspirante sempre
centrata sopra il piano di cottura.
Distanza minima fra fornelli elettrici e
bordo inferiore della cappa aspirante: 550
mm. (vedi figure).
Consigliata: 700mm.
Sopra ad un focolare per combustibili
solidi, dal quale può derivare un pericolo
d’incendio (p.es.scintilla), il montaggio
della cappa aspirante è consentito solo se
il focolare è dotato di una copertura chiusa
non smontabile e se
contemporaneamente vengono osservate
le pertinenti norme nazionali.
Questa limitazione non è valida per le
cucine a gas e per i piani di cottura a gas.
Quanto minore è la distanza tra la
cappa aspirante ed i fornelli, tanto
maggiore è la possibilità che nella parte
inferiore della cappa aspirante possano
condensarsi gocce a causa del vapore
acqueo che sale.
Avvertenze supplementari per
apparecchi di cottura a gas:
Nel montaggio dei fornelli a gas
devono essere osservate le pertinenti
norme di legge nazionali (per es. in
Germania: Regole Tecniche per
Installazioni a Gas TRGI).
E’ indispensabile osservare le norme
di montaggio in vigore e le istruzioni per il
montaggio della casa produttrice degli
apparecchi a gas.
E’ consentito il montaggio della cappa
aspirante con un solo lato accanto ad un
mobile alto oppure ad un muro alto.
Distanza minima 50mm.
Distanza minima per fornelli a gas fra
bordo superiore della grigia d’appoggio
pentole e bordo inferiore della cappa
aspirante: 650mm. (vedi figure).
Consigliata: 700mm.
Questo apparecchio
dispone di contrassegno
ai sensi della direttiva
europea 2002/96/CE in
materia di apparecchi
elettrici ed elettronici
(waste electrical and
electronic equipment
(WEEE).
Questa direttiva definisce le norme per la
raccolta ed il riciclaggio degli apparecchi
dismessi valide su tutto il territorio dell’
Unione Europea.
Pagina: 43
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
44
Prima del montaggio
Rendimento ottimale della cappa
aspirante:
‰ Tubo di scarico corto, liscio.
‰ Il minor numero possibile di gomiti di
tubo.
‰ Diametri di tubo possibilmente grandi
e gomiti grandi.
L’impiego di lunghi tubi di
espulsione ruvidi, di più gomiti di
tubo o di diametri piccoli, causa
una difformità dall’indice di
ricambio aria ottimale e
contemporaneamente un aumento
del rumore.
‰ Tubi tondi, consigliamo un diametro
interno di 150 mm.
‰ I canali a sezione quadra devono
avere una sezione trasversale interna
equivalente a quella di tubi tondi.
Essi non dovrebbero presentare
forti deviazioni.
Ø 150 mm ca. 177 cm2
‰ Nel caso di diametri di tubo diversi:
applicare il nastro di tenuta.
‰ Nel funzionamento a scarico d’aria
provvedere ad una sufficiente
alimentazione dell’aria.
Collegamento del tubo di scarico Ø 150
mm:
‰ fissare il tubo di scarico direttamente
al manicotto dell’aria.
Tubi piu’ piccoli di 150 mm, non sono
affidabili.
Con la maggiore distanza dal piano
cottura si riducono le prestazioni dell’
aspirazione. Durante la progettazione del
montaggio tenere conto anche della forma
a imbuto della salita del fumo con
inclinazione di c.ca 10 – 15°.
Preparazione del soffitto:
‰ Il soffitto deve essere piano ed
orizzontale.
‰ Provvedere ad un solido arresto dei
tasselli.
‰ I tasselli a corredo sono idonei per il
calcestruzzo e pietra naturale.
‰ Nel caso di soffitti di altro materiale è
necessario utilizzare mezzi di
fissaggio idonei.
Attenzione: La cappa aspirante è
equipaggiata con materiale di fissaggio
standard. Chi esegue l’istallazione
Deve assicurarsi che i dispositivi di
fissaggio siano idonei alle pareti e/o soffitti
trovati. La ditta costruttrice declina ogni
responsabilità per danni da ricondursi ad
impropria installazione o all’utilizzo di
elementi di fissaggio non adatti.
Per il peso vedi figure serie M. Con riserva
di modifiche costruttive nel quadro
dell’evoluzione tecnica.
Pagina: 44
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
45
Allacciamento elettrico
La cappa aspirante deve essere
collegata solo ad una presa di corrente
con contatto di terra installata a norma.
L’apparecchio deve essere installato in
maniera tale che la spina sia accessibile.
Dati elettrici:
da vedere sulla targhetta del modello
dopo lo smontaggio dei filtri nel vano
interno dell’apparecchio.
In caso di riparazioni togliere sempre
corrente alla cappa aspirante.
Lunghezza del cavo di allacciamento:
1,30 m.
In caso di necessità di allacciamento
fisso:
la cappa aspirante deve essere comunque
collegata solo da un elettroinstallatore
autorizzato dalla competente azienda di
distribuzione dell’energia elettrica.
Nell’impianto deve essere previsto un
dispositivo di separazione. Sono
dispositivi di separazione gli interruttori
con un’apertura tra i contatti superiore ai 3
mm e con interruzione onnipolare.
Rientrano tra questi gli interruttori
automatici ed i relè.
Se il cavo di alimentazione di questo
apparecchio viene danneggiato, per
evitare pericoli deve essere sostituito dalla
casa produttrice, dal suo servizio
assistenza clienti, oppure da una persona
specializzata.
Questa cappa aspirante è conforme alle
norme CEE sulla schermatura contro i
radio disturbi.
Montaggio
La cappa aspirante ad isola è prevista
per il montaggio a soffitto di una cucina o
ad un soffitto pensile resistente.
Rispettare una distanza minima tra
fornelli e la cappa aspirante di 550 mm,
nel caso di fornelli elettrici, e di 650 mm
nel caso di fornelli a gas.
Attenzione: non danneggiare le
delicate superfici di acciaio inox.
Montare il prodotto come indicato nelle
figure serie M.
Pagina: 45
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
46
Precede la prima utilizzazione
Primo impiego:
‰ Questo libretto di istruzioni per l’uso è
previsto per più versioni
dell’apparecchio.
E’ possibile che siano descritti singoli
particolari della dotazione che non
riguardano il Vostro apparecchio.
‰ Questa cappa aspirante è conforme
alle pertinenti norme di sicurezza.
Le riparazioni devono essere
eseguite solo da personale
specializzato.
Le riparazioni non eseguite a
regola d’arte possono causare
pericoli gravi per l’utilizzatore.
Non fiammeggiare pietanze sotto alla
cappa aspirante. Pericolo di incendio del
filtro antigrasso se raggiunto dalle fiamme.
I fornelli devono essere sempre coperti
con pentole.
E’ consentito solo limitatamente (vedi
capitolo “Istruzioni per il montaggio”) l’uso
della cappa aspirante su focolari per
combustibili solidi (carbone, legna e
simili).
Se l’apparecchio è danneggiato, non
dovete metterlo in funzione.
L’allacciamento e la messa in funzione
devono essere eseguiti solo da un
tecnico.
Questa cappa aspirante è destinata
solo all’uso domestico.
Usare la cappa aspirante solo con le
lampade sempre montate.
Le lampadine fulminate dovrebbero
essere sostituite subito, per evitare un
sovraccarico sulle altre lampadine.
Non usare mai la cappa aspirante
senza filtro grassi.
Grassi ed olio surriscaldati possono
infiammarsi facilmente.
Cucinare perciò pietanze con grassi
oppure con olio, p. es. le patatine fritte,
solo sotto controllo.
Alla prima messa in funzione pulire
accuratamente la cappa aspirante.
Non deporre oggetti sulla cappa
aspirante.
Se il cavo di alimentazione di questo
apparecchio viene danneggiato, per
evitare pericoli deve essere sostituito dalla
casa produttrice, dal suo servizio
assistenza cliente, oppure da una persona
specializzata.
Non far giocare i bambini con
l’apparecchio.
Adulti e bambini non devono mai usare
l’apparecchio senza sorveglianza nel caso
in cui:
- non siano in grado dal punto di vista
fisico, sensoriale o mentale;
- gli manchino le conoscenze e
l’esperienza per usare l’apparecchio in
modo corretto e sicuro.
Piani di cottura a gas/Fornelli a gas
Non usare tutti i fornelli
contemporaneamente al massimo carico
termico per un periodo prolungato (max.
15 minuti), altrimenti sussiste il pericolo di
scottature, se si tocca la superficie
dell’involucro o pericolo di danni alla
cappa aspirante. Nell’uso della cappa
aspirante sopra un piano di cottura a gas,
in caso d’utilizzazione contemporanea di
tre o più fornelli a gas, la cappa aspirante
deve funzionare alla massima potenza di
aspirazione.
Tenete presente che un bruciatore
grande con più di 5 Kw (Wok) di
Pagina: 46
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
47
potenza corrisponde alla potenza di
due bruciatori a gas.
Non usare mai un fornello a gas senza
stoviglie sovrapposte. Regolate la
fiamma in modo che non sporga oltre il
fondo delle stoviglie da cucina.
‰ Prima di usare il nuovo apparecchio,
leggete attentamente le istruzioni per
l’uso. Esse contengono informazioni
importanti per la Vostra sicurezza, e
anche per l’uso e manutenzione
dell’apparecchio.
‰ Conservate bene il libretto delle
istruzioni per l’uso e il montaggio, per
un eventuale successivo proprietario.
Modi di funzionamento
Funzionamento a scarico d’aria fig.
serie M.
‰ Il ventilatore della cappa aspirante
aspira i vapori di cottura e li invia
all’aperto attraverso il filtro antigrasso.
‰ Il filtro antigrasso trattiene i
componenti grassi dei vapori di
cottura.
‰ La cucina resta completamente libera
da grasso ed odori.
L’aria di scarico viene condotta verso
l’alto, attraverso un pozzo di ventilazione,
oppure direttamente all’aperto, attraverso
la parete esterna.
) E’ vietato immettere l’aria di scarico in
un camino per il fumo o in un camino per
gas di scarico funzionanti, oppure in un
pozzo, che serve al deflusso dell’aria di
locali, nei quali sono installati focolari.
Nell’espusione d’aria devono essere
osservate le norme amministrative e
legali (per es. regolamenti edilizi
nazionali).
Nel caso di scarico dell’aria in camini per il
fumo o in camini per i gas di scarico non
funzionanti, è necessario ottenere
l’autorizzazione dell’autorità competente.
) Per il funzionamento a scarico d’aria
della cappa aspirante, con
contemporaneo funzionamento di
combustioni dipendenti dal camino
(come per es. apparecchi di riscaldamento
a gas, ad olio combustibile oppure a
carbone, scaldacqua a flusso continuo,
scaldabagni), è necessario provvedere
ad una sufficiente alimentazione
dell’aria, che è necessaria al focolare per
la combustione.
Un funzionamento senza pericolo è
possibile, se nel locale d’installazione del
focolare non viene superata la
depressione di 4 Pa (0,04 mbar).
E’ possibile ottenere ciò quando l’aria per
la combustione può continuare ad affluire
attraverso aperture non chiudibili, per es.
di porte, finestre ed in combinazione con
cassette murali per
l’alimentazione/espulsione dell’aria o con
altre misure tecniche, come interdizione
reciproca o simili.
Se l’aria di alimentazione non è
sufficiente, sussiste pericolo
d’intossicazione a causa di ritorno di
gas combusti.
Una cassetta murale di
alimentazione/scarico dell’aria da sola non
garantisce il rispetto del valore limite.
Nota: nella stima si deve considerare
sempre il bilancio totale dell’aerazione
dell’abitazione. Questa regola non si
applica per il funzionamento di apparecchi
di cottura per es. piano di cottura e cucina
a gas.
Se l’aria di scarico viene condotta
attraverso la parete esterna, si dovrebbe
utilizzare una cassetta murale telescopica.
Pagina: 47
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
48
Uso della cappa aspirante
Per attivare le funzioni associate ai
tasti è necessario imprimere sugli stessi
un piccolo impulso (poca forza per un
breve istante). Pressioni eccessive e
prolungate non attivano le funzioni
associate.
Per eliminare nel modo più efficace i
vapori di cottura.
‰ Accendere la cappa aspirante
all’inizio della cottura.
‰ Spegnere la cappa aspirante
solo alcuni minuti dopo la fine della
cottura.
Segnale acustico
‰ Quando si preme un pulsante viene
emesso per conferma un segnale
acustico.
Accendere il ventilatore
‰ Premere il tasto +.
Regolare il grado di aspirazione
desiderato
‰ Premere il tasto +.
Aumento di un grado.
‰ Premere il tasto -.
Riduzione di un grado.
Spegnere il ventilatore
‰ Premere il tasto O.
Poco dopo l’indicazione scompare.
Oppure
‰ Premere il tasto – finché il ventilatore
si spegne.
Poco dopo l’indicazione scompare.
Grado forte:
Con il grado forte si raggiunge la massima
potenza. Questa è necessaria per breve
tempo.
‰ Premere il tasto + più volte, finché
non compare l’indicazione .
‰ Se il grado forte non viene disinserito
manualmente, dopo 10 minuti il
ventilatore riduce automaticamente al
grado .
Post-funzionamento ventilatore
‰ Premendo il tasto .
Il ventilatore gira 10 minuti al grado
, in questo tempo nel display
lampeggia un punto. Poi il ventilatore
si spegne automaticamente.
Illuminazione
‰ L’illuminazione può essere usata
sempre, anche quando il ventilatore è
escluso.
Telecomando
La programmazione del
telecomando viene eseguita dal
costruttore. Se il telecomando
non dovesse comandare motore
e luci in prossimità della cappa,
eseguire la seguente procedura.
Programmazione telecomando
Premere e mantenere premuto il tasto “+”
del telecomando e successivamente
alimentare la cappa; a conferma
dell’avvenuto riconoscimento viene
emesso un segnale acustico prolungato.
Se non si sente il segnale acustico entro
30 secondi ripetere la procedura.
luce
spegne il
ventilatore
post-funzio-
namento
ventilatore
accendere/aumentare
ventilatore
Grado forte
indicazione
gradi ventila-
tore
ridurre ventilatore
Pagina: 48
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
49
Funzioni telecomando
I tasti +, -, e luce hanno lo stesso
funzionamento di quelli del comando.
Tasto : stesso funzionamento del tasto
post funzionamento.
Funzione intervallo
Una particolarità di questo apparecchio è
rappresentato dalla funzione intervallo che
consiste nell’attivazione automatica della
ventilazione 10 minuti ogni ora alla
velocità lampeggiante visualizzata nel
display.
Questa funzione può essere attivata
tramite comando o telecomando.
Attivazione intervallo tramite comando:
‰ premere contemporaneamente i tasti
O e + e rilasciare i tasti: il display
visualizzerà 1;
‰ premendo il tasto +, il display
visualizzerà la seguente sequenza
per le velocità del ventilatore
2→3→1→2 …;
‰ premere contemporaneamente i tasti
O e + per confermare la velocità alla
quale deve funzionare il ventilatore
nella funzione intervallo.
Attivazione intervallo tramite
telecomando:
‰ premere il tasto : l’indicatore
luminoso visualizzerà la velocità 1;
‰ premendo il tasto +, l’indicatore
luminoso visualizzerà in sequenza le
velocità del ventilatore 2→3→1→2
…;
‰ premere il tasto per confermare la
velocità alla quale deve funzionare il
ventilatore nella funzione intervallo.
In fase di programmazione, se la funzione
intervallo visualizzata non viene
confermata entro alcuni secondi, si esce
dalla modalità di programmazione
intervallo.
Premendo qualsiasi tasto, tranne quello
luce, la funzione intervallo viene
disattivata.
Il telecomando è alimentato con una
batteria. Quando la batteria è esaurita
bisogna:
1. Svitare le due viti poste nella parte
posteriore ed asportare il coperchio.
2. Estrarre la batteria e sostituirla con
una nuova avente le stesse
caratteristiche.
3. Richiudere il coperchio e avvitare le
viti.
Seguire le norme nazionali per lo
smaltimento delle batterie esaurite.
Pagina: 49
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
50
Filtri e manutenzione
Filtro grassi:
Per trattenere i componenti grassi dei
vapori di cottura si utilizzano filtri
metallici grassi.
Le stuoie del filtro sono costituite da
materiale ininfiammabile.
Attenzione:
A causa della progressiva saturazione con
residui grassi, l’infiammabilità aumenta, ed
il funzionamento della cappa aspirante
può essere pregiudicato.
Importante:
Pulendo tempestivamente i filtri metallici
grassi, si previene il rischio d’incendio che
può essere causato da un accumulo di
calore durante la frittura o l’arrosto.
Indicazione di saturazione:
Quando i filtri grassi sono saturi si
accende la spia e viene emesso un
segnale acustico.
Spegnendo la ventola si disattiva il
segnale acustico.
Non attendere oltre per lavare i filtri grassi.
Pulizia dei filtri metallici grassi:
‰ Con un uso normale (1-2 ore al
giorno) i filtri metallici per grassi
devono essere lavati una volta al
mese.
‰ Il lavaggio può essere eseguito nella
lavastoviglie. Nel lavaggio è possibile
una lieve alterazione del colore.
Importante:
non lavare filtri metallici grassi molto
sporchi insieme alle stoviglie.
‰ Per il lavaggio a mano, fare
ammorbidire i filtri grassi per più ore
in una soluzione di lavaggio bollente.
Non usare detersivi corrosivi, acidi o
alcalini. Poi spazzolare, sciacquare
bene con acqua pulita e far
sgocciolare.
Smontaggio e montaggio dei filtri
metallici grassi:
Attenzione: le lampade devono essere
spente e raffreddate.
1. Seguire le fasi indicate nelle figure
serie M.
2. Premere le maniglie dei filtri grassi
verso il basso, ribaltare e togliere i
filtri.
3. Pulire i filtri grassi.
4. Inserire di nuovo i filtri grassi.
5. Cancellare l’indicazione .
‰ Premere 2 volte
consecutivamente il tasto O.
Viene emesso un segnale
acustico e l’indicazione
scompare.
Pagina: 50
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
51
Pulizia e manutenzione
Togliere corrente alla cappa aspirante
estraendo la spina di alimentazione,
oppure togliendo il fusibile.
Non pulire la cappa aspirante con
spugne dure e prodotti per la pulizia
contenenti sabbia, soda, acido o cloro!
‰ Per pulire la cappa aspirante usare
una soluzione di acqua e detersivo
ben calda, oppure un detergente per
vetri delicato.
‰ Non rimuovere lo sporco secco
aderente graffiandolo, ma
ammorbidendolo con un panno
umido.
‰ Quando si lavano i filtri per grassi,
pulire anche i depositi di grasso sulle
pareti accessibili della carcassa.
Con ciò si previene un pericolo
d’incendio e si assicura il
funzionamento ottimale.
‰ Avvertenza: non usare alcool (spirito)
sulle superfici in plastica. Si
potrebbero formare zone opache.
Attenzione! Arieggiare
sufficientemente la cucina, non usare
fiamme libere.
Pulire i tasti di comando solo con una
soluzione di acqua e detersivo delicato e
con un panno morbido, umido.
Per i tasti di comando non usare pulitori
per acciaio inox.
Superfici in acciaio inox:
‰ Usare un detergente per acciaio inox
delicato, non abrasivo.
‰ Pulire strofinando solo nel senso della
satinatura.
Superfici di alluminio, vernice e
plastica:
ˆ Non usare panni asciutti.
ˆ Usare un detergente delicato per
vetri.
ˆ Non usare detergenti corrosivi, acidi o
alcalini.
Osservare le norme di garanzia, nell’
accluso libretto di manutenzione.
Pagina: 51
D
o
w
n
l
o
a
d
e
d
f
r
o
m
w
w
w
.
v
a
n
d
e
n
b
o
r
r
e
.
b
e
52
Cambio delle lampade
1. Spegnere la cappa aspirante e
togliere corrente sfilando la spina di
alimentazione, oppure togliendo il
fusibile.
Le lampade alogene accese si
surriscaldano. Anche alcuni minuti dopo
averle spente vi è pericolo di scottature.
2. Seguire le fasi indicate nelle figure
serie L per la sostituzione delle
lampade.
3. Sostituire la lampada rovinata con
una lampada nuova avente le stesse
caratteristiche.
4. Ripristinare l’alimentazione elettrica
inserendo di nuovo la spina di
alimentazione o il fusibile.
Avvertenza: se l’illuminazione non
funzionasse controllare che le lampade
siano inserite correttamente.
Guasti
Se nel display compare una oppure
:
‰ Vedi capitolo “Filtri e manutenzione”.
Se la cappa aspirante non risponde al
comando:
‰ Togliere tensione alla cappa aspirante
per ca. 1 minuto estraendo la spina di
alimentazione o disinserendo
l’interruttore di sicurezza. Quindi
inserire di nuovo.
Se le luci rimangono debolmente accese
quando la cappa è in stand-by, invertire la
spina di alimentazione (invertire fase con
neutro).
In caso di eventuali chiarimenti o di guasti,
rivolgersi al servizio assistenza clienti.
(vedi elenco dei centri di assistenza).
In caso di chiamata indicare i dati
seguenti:
E-Nr. FD
Riportare nello specchietto qui sopra
questi dati. Essi si trovano nella targhetta
d’identificazione, dopo avere tolto la griglia
del filtro, nel vano interno della cappa
aspirante.
Il produttore delle cappe aspiranti
non concede garanzia per reclami che
sono da attribuire alla progettazione ed
all’esecuzione del percorso dei tubi.

Domande e risposte

Non ci sono ancora domande circa il Bosch DID09T950

Chiedi informazioni sul Bosch DID09T950

Hai una domanda sul Bosch DID09T950 ma non riesci a trovare una risposta nel manuale dell'utente? Probabilmente gli utenti di ManualsCat.com potranno aiutarti a rispondere alla tua domanda. Completando il seguente modulo, la tua domanda apparirà sotto al manuale del Bosch DID09T950. Assicurati di descrivere il problema riscontrato con il Bosch DID09T950 nel modo più preciso possibile. Quanto più è precisa la tua domanda, maggiori sono le possibilità di ricevere rapidamente una risposta da parte di un altro utente. Riceverai automaticamente una e-mail per informarti che qualcuno ha risposto alla tua domanda.